sabato 11 novembre 2017

Valerio Scanu a Fattitaliani: i miei bimbi, la mia musica, le mie ossessioni... L'intervista canzonata

Ospite de "L'intervista canzonata" di Fattitaliani è Valerio Scanu. L'artista sardo, rispondendo alle tante domande in cui vengono utilizzati titoli di sue canzoni, parla delle sue passioni, dei suoi affetti, della musica e della libertà di espressione per chi fa il suo mestiere. Prossimo appuntamento è il 16 dicembre all'Auditorium Parco della Musica con un concerto natalizio, quest'anno dedicato alla fiabe Disney (con la partecipazione straordinaria di Fiordaliso, Giò Gio Rappattoni e Simonetta Spiri). L'intervista.

Oggi ti ritieni un artista "Libero"?
Dal 2011 ho rotto definitivamente con la mia casa discografica e sono stato finalmente libero di esprimermi, scegliere e sperimentare. Mi sono rimboccato le maniche, faccio sicuramente più difficoltà da indipendente ma quando arrivano le soddisfazioni la felicità è tripla. 
Per un artista che cosa è fondamentale per avere sempre una "Libera mente"?
Io sono una persona che non ha mai una Libera mente neanche di notte quando dormo. Penso sempre a quello che c’è da fare, che voglio fare, ho tremila passioni e per vivermele vorrei tanto che le giornate durassero 48 ore. 
C'è un prezzo da pagare se un artista risponde di voler sempre comporre e cantare "A modo mio"?
C’è sempre un prezzo da pagare soprattutto quando sei sincero e diretto, ma a lungo termine ripaga tutto ed io aspetto sul bordo del fiume. Faccio quello in cui credo e vado dove il Cuore mi dice di andare magari sbaglio ma anche gli errori servono a farti crescere.
Le più grandi "Chances" che hai preso al volo e quelle che ti sei lasciato sfuggire...
Non rinnego nulla e se tornassi indietro rifarei tutto, anche Amici BIG che mi ha solo danneggiato umanamente ed artisticamente ma sono ancora qui e più forte di prima. 
In quali aspetti "L'amore cambia"?
L’amore vero quello che muove il sole e l’altre stelle ti cambia la vita sotto ogni punto di vista. 
Tu sei davvero dell'idea che "Il cuore non mente mai"?
Il cuore non mente mai ma bisogna anche usare la razionalità perché non si vive di solo amore, non si può vivere solo di sogni.
Facile oggi giorno essere "Trasparente" nei rapporti interpersonali?
Io sono sempre stato trasparente nei miei rapporti, e sono molte volte scomodo per questo, ma non mi importa perché essere onesti con se stessi e con gli altri fa parte di me. 
L'amicizia può essere un "Sentimento" forte quanto l'amore a tuo avviso?
Assolutamente sì.
Qual è "L'ossessione" principale di Valerio Scanu come artista e come persona?
Ne ho tante “ossessioni”, la musica, i profumi, il doppiaggio, il mondo Disney, il Natale, i miei bimbi... potrei continuare ancora :)
C'è qualcuno o qualcosa che "Non c'è più" di cui senti sempre fortemente la mancanza?
Mio nonno Bastiano.
Puoi condividere con noi "Un piccolissimo ricordo" che ti porti sempre dietro?
La nascita dei miei bimbi, era notte fonda, Miranda mi viene a chiamare, mi sveglio con difficoltà, sento piangere da lontano e corro subito nel corridoio. Miranda mi porta a vedere il primo di cinque cuccioli, il mio Bisonte. 
"Il primo Natale (The first Noel)" che ricordi con particolare emozione?
Il mio Natale dal 2012 è con il mio pubblico all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Un appuntamento che si rinnova anche questo anno il 16 dicembre e sarà uno spettacolo interamente dedicato al mondo del fiabe Disney.
Che cosa fai per te stesso per vivere sempre "Meglio"? Fisicamente e/o spiritualmente...
Cammino tanto, quasi ogni giorno esco all’alba per camminare tra i colli di Zagarolo, immerso nella natura e cerco di mangiare bene e sano.
"Per tutte le volte che..." cominci un concerto, fai qualche gesto scaramantico?
Nessun gesto scaramantico, mai avuti.
"Per tutte le volte che..." che finisci un disco chiami qualcuno con cui condividere la gioia? 
Mi piace far sentire i brani appena incisi alla cerchia ristretta di amici, la prima è Daniela Dada Loi la mia coach a Tale e Quale show, che oggi è per me un punto di riferimento.
Qual è per te un legame "Indissolubile"?
Il legame con i miei bimbi e con il mio pubblico.
Oggi tanti dicono "Aspettiamo" e accettano le situazioni così come si presentano. Tu sei così oppure combatti in prima linea perché certe cose cambino?
Io non so aspettare ... sono testardo e quando voglio qualcosa vado dritto verso l’obiettivo per raggiungerlo.
"Per te" che cosa rappresenta veramente cantare?
Cantare è la mia vita. 
Il mondo della canzone lo vedi "Così diverso" da come lo vedevi o lo immaginavi agli esordi?
Il mondo della canzone in Italia è un disastro, non siamo liberi di scegliere, ascoltiamo la musica che ci propinano e pensiamo che sia la migliore non avendo paragoni, siamo succubi di un sistema che mi auguro imploda quanto prima affinché la musica vera, quella che arriva al cuore della gente, sia finalmente libera.
Quali eventi dell'attualità ti fanno sgorgare una "Lacrima", infondono tanta tristezza?
Sono troppi gli argomenti che ti hanno sgorgare una lacrima, mi rattristano molto gli abusi, le violenze, le discriminazioni di chi non può e non riesce a difendersi. 
A chi dedicheresti un' "Ave Maria"?
A tutte le mamme del mondo, ma soprattutto alla mia.
Ti piacerebbe vivere sempre brillando "Come fanno le stelle"?
No, perché non riuscirei poi ad apprezzarle quando brillano.
Vedere volare una "Rondine" che cosa ti fa venire in mente?
La Sardegna, il mare, le spiagge incantate.
Come vedi il tuo "Domani" artistico?
Vorrei tanto poter oltrepassare i confini italiani e portare la mia musica all’estero, la musica italiana è apprezzata da tutto il mondo, ce la invidiano tutti ma noi anziché esportarla imitiamo ed anche in malo modo quella estera.
"Rinascendo" in un'altra epoca che mestiere faresti?
Il cantante e poi il cantante e poi il cantante. Giovanni Zambito.
©Riproduzione riservata
Leggi l'intervista canzonata a: