giovedì 6 agosto 2020

SCUOLA STATALE DI ASMARA, VERSO LA SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

INCONTRO OOSS. SCUOLA-MAECI SULLA SCUOLA STATALE DI ASMARA. LA UIL SCUOLA CHIEDE L’IMMEDIATA APERTURA DEI TAVOLI DI CONFRONTO CON LE OO.SS. SUL  CONTINGENTE SCOLASTICO E SUI CRITERI DELLA MOBILITA’ D’UFFICIO
Si è svolto in data odierna presso il Ministero degli esteri l’incontro tra le OO.SS. scuola e la delegazione MAECI con all’odg:

1) Stato della trattativa politico-diplomatica  della Scuola statale italiana di Asmara

Il Ministro plen. Roberto Vellano, Direttore centrale della DGSP ha illustrato lo stato attuale della trattativa politico-diplomatica con le autorità eritree, che non ha realizzato, rispetto a quanto già reso noto nel precedente incontro dalla Vice Ministra degli esteri, Sen. Marina Sereni, alcun progresso positivo sulla continuazione delle attività scolastiche nella scuola di Asmara per  il prossimo A.S.

In tale contesto e stante l’esigenza di garantire  alle nostre istituzioni scolastiche nel mondo il regolare avvio dell’A.S.  i rappresentanti della DGSP  hanno reso noto che sarà  sottoposta al Ministro degli esteri, Di Maio e agli  altri Ministri competenti ( MI e MEF)  la proposta di sospensione sine die delle attività didattiche della scuola di Asmara e la predisposizione di   alcune ipotesi  di revisione del contingente scolastico  per il 2020/21, anche alla luce delle ulteriori richieste pervenute da parte delle sedi estere ( scuole statali, scuole paritarie, sezioni bilingue) per il ricollocamento del personale perdente posto. La Uil scuola RUA ha preso atto del drammatico stato di stallo della trattativa bilaterale e, pur esprimendo totale condivisione degli sforzi messi in atto dalle parti per garantire un futuro certo alla nostra più importante scuola statale in Africa, ha concordato sulla necessità di intervenire al più presto sull’organico scolastico all’estero  e predisporre  la successiva ricollocazione  di tutto il personale scolastico in servizio in Eritrea.

A tal fine la Uil scuola ha chiesto l’immediata   apertura dei tavoli di confronto con le OO.SS. firmatarie del CCNL  scuola, al fine di accelerare  l’iter burocratico dei relativi decreti interministeriali per l’organico scolastico e delle procedure di ricollocamento, ed evitare inevitabili conseguenze  anche  sulle procedure di nomina per la copertura dei posti  vacanti nella rete scolastica all’estero per l’A.S. 2020/21.

I rappresentanti del Maeci hanno accolto la richiesta di apertura di distinti tavoli di confronto in relazione alle proposte di modifica, soppressione e compensazione del contingente scolastico  e sui criteri di ricollocamento del personale, che  saranno  illustrati nelle prossime riunioni  sulla base delle procedure di confronto con le  OO.SS.  firmatarie del CCNL scuola previste dalle norme vigenti.