lunedì 3 settembre 2018

Lisa, voce potente e viso d'angelo. L'intervista di Fattitaliani

di Laura Gorini - Non vivo né di rimpianti né di nostalgia: vivo intensamente il presente, proiettandomi con positività verso il futuro. Lisa per metà Calabrese per metà Napoletana, tanti i successi ottenuti, innumerevoli i premi e le partecipazioni che l’hanno vista presente in grandi eventi dai suoi esordi ad oggi. L'intervista.

Lisa, a che età e in che modo ti sei avvicinata alla musica?
Mi sono avvicinata alla musica all'età di tre anni e non ho mai cambiato idea.
Penso che mi sia stato tramandato dai familiari durante il percorso della mia infanzia come nella mia adolescenza, visto che in famiglia ci sono persone che amano, oltre la musica, la cultura in generale: la pittura la fotografia e chi più ne ha più ne metta.
Come è cambiato nel corso del tempo il tuo rapporto con essa?
In realtà non è mai cambiato io provo sempre una grande emozione e più vado avanti più si rafforza. Ed è proprio questo che mi spinge ad andare avanti e ad amare correttamente la musica a essere sicura che sia la strada giusta da proseguire.
foto: @kenzophotographer

Quando hai capito che poteva diventare un lavoro?
Da passione è diventato subito uno spunto di lavoro, nel senso l'ho sempre presa in maniera molto seria  e non solo come un sogno.
Chi ti ha assecondato in particolare quando hai scelto di dedicarti con anima e cuore al mondo delle sette note?
Un po' tutta la famiglia si è arresa al questa grande evidenza e mi ha supportato e incoraggiato nel proseguire.
Debutto avvenuto nel 1994 e prima partecipazione al Festival di Sanremo nel 1998,  cosa vuoi raccontarci in particolare di queste due esperienze?
In realtà tutte le esperienze hanno fatto sì che io diventassi ciò che sono oggi e quindi sono molto legata a tutto il percorso della mia vita che ripercorrerei nella stessa maniera senza cambiare nulla.
Sappiamo inoltre che hai vinto Ora o mai più, ci vuoi raccontare qualcosa anche di questa esperienza? Che cosa ha significato tale vittoria?
È come se avessi in un certo senso ha avuto la possibilità di rimediare laddove un problema serio di salute mi aveva bloccata per cui anche a livello psicologico, ergo, è stato importantissimo questo programma per me non solo per il suo grande titolo che rappresenta veramente il mio carpe diem ma anche perché è stato terapeutico mi ha dato la possibilità di superare con me stessa degli stop degli ostacoli che mi ero posta e sviluppare una forza interiore diversa. In più la felicità di condividere questo percorso non solo con tanta gente che stava dall'altra parte dello schermo ma anche con degli artisti con cui ho creato famiglia: sono  meravigliosi!
Ci avevi creduto o è stata, come dire, una sorpresa per te?
Ovviamente è stata una bellissima sorpresa.
Trovarti lì in compagnia di altri artisti del passato, ti ha riportato in qualche modo indietro con la mente e coi ricordi?
Sì, alcune di queste canzoni mi avevano accompagnato durante l'infanzia, quindi è stato ancora più piacevole.
Sii sincera: sei una persona che vive di rimpianti e di nostalgia?
Non vivo né di rimpianti né di nostalgia, forse perché sono molto attacca al presente e proiettata verso il futuro!
Per l'appunto, come vivi esattamente il presente e come ti proietti verso il futuro?
Sono una persona molto positiva e quindi con grande positività guardo al mio domani  e al mio futuro con tanta voglia di dare sempre di più, vivendo intensamente il presente.
E ora che cosa possiamo e dobbiamo aspettarci da te?
Sicuramente tante belle cose nuove, da un album nuovo in preparazione al proseguimento di "C'era una volta tour 2018" che mi vede presente in tante piazze italiane e non solo.

Popolarità in Italia e altrettanto gratificanti esperienze in Francia e nel resto d’Europa dove scala la vetta delle Top List radiofoniche assegnandole il primo posto in classifica per ben 9 settimane.
Non di meno nelle classifiche dei tanti paesi del Sud America.
Per raccontare un po’ di AnnaLisa Panetta in arte “Lisa”, bisogna tornare indietro di qualche anno quando appena sedicenne dopo aver fatto la così detta “gavetta” supera le selezioni di Castrocaro e vince il festival degli Autori di Sanremo. In quel contesto conosce il suo primo Produttore discografico per così debuttare ufficialmente nel 1996 con il singolo "Con un amico non puoi" (come cantautrice). L’anno successivo partecipa a Sanremo Giovani con la canzone "Se" (M. Fabrizio - G. Morra) dove sarà premiata come seconda classificata.
Promossa fra i "Campioni", Lisa, è nel 1998 in gara al Festival di Sanremo con "Sempre" (M. Fabrizio - G. Morra) ottenendo uno strepitoso terzo posto tra i BIG.
Tutto ciò porta all'album d'esordio "Lisa" del 1998 (Album che contiene grandi firme come nel brano "Nei sogni miei" firmato da Lisa Standfield) e al successivo "L'essenziale" del 1999. Lo stesso anno viene scelta come Testimonial per la Nivea soft insieme a Michelle Hunziker 
Tantissimi i riconoscimenti, a partire dal Premio Mia Martini, è protagonista a Lanciano (Chieti) di un concerto in omaggio al compositore americano George Gerschwin esibendosi con una filarmonica composta da 100 Direttori D’orchestra provenienti da tutto il mondo. La sua versatilità artistica la porta ad esibirsi anche in un prestigioso musical. Tony Cucchiara la scrittura per il tour italiano della sua opera "Caino e Abele". I più grandi della musica italiana e internazionale diventano pubblicamente estimatori di Lisa da Pavarotti a Celine Dion.
Le sue canzoni hanno forti estimatori anche in Francia: un discografico transalpino cambia il nome della propria etichetta in SempreMusic proprio in omaggio al brano che ha conquistato il terzo posto a Sanremo ecco che Lisa si trasferisce e vive in Francia. Il contratto internazionale regala nuovi trionfi che nel 2001 la impone al primo posto nella classifica francese con "Sempre" (versione italiana). Lo stesso anno in Francia esce una raccolta dei primi due album. E’ protagonista di numerosi eventi di grande prestigio internazionale. Nel 2002 incide una canzone per l’UNICEF a favore dei bambini della Guinea Bissau. Nello stesso anno partecipa al “Pavarotti & Friends ”pomeridiano, Lisa riparte per l’esibizione davanti aPapa Giovanni Paolo II° che personalmente chiede la sua presenza e la sua esibizione durante la Giornata Mondiale della Gioventù a Toronto, poi a San Pietro e successivamente a Loreto.
Nel 2003 partecipa a un concerto per gli italiani all'estero trasmesso dalla TV svizzera: nella suggestiva cornice di Piazza di Spagna a Roma. E così un susseguirsi di grandi eventi e concerti la vedono presente.
Questo sarà l'anno del suo ritorno al Festival di Sanremo con "Oceano", la canzone che darà il titolo al suo terzo album. Fino al 2004\5 è promosso questo incantevole Album riscuotendo grande successo internazionale soprattutto negli USA. Fra gli ultimi lavori estratti come singoli ” Adesso”, inserito in ben cinque compilation ha venduto circa 600.000 copie e Vivre ici.
Nel 2004 partecipa  come unica voce femminile al brano "Marika" scritto da Roberto Vecchioni l'album porta il titolo di «Rotary Club of Malindi», una canzone dal forte significato, inno contro la guerra Marika” è il racconto di una donna e di quello che sarebbe potuta essere, oppure di quello che avrebbe vissuto se non avesse deciso di farsi saltare in aria.
Dal 2007 Compone Musiche per la Rai. La fine del 2008 la vede tra i protagonisti della festa della C3 International (Associazione Calabresi nel Mondo) dando forti emozioni a gli illustri presenti.
Lo stesso anno è protagonista insieme ad illustri e prestigiosi come Costanzo e altri personaggi dello spettacolo in un video riflessivo a sfondo sociale di grande impatto contro la piaga della pedomania (che in modo errato viene spesso definita pedofilia). Un video in difesa di tutti i bambini vittime di abusi e dei mostri dell’umanità realizzato da A. M. M., promosso dall’Associazione Aquilone Blu e visibile oltre che sul sito questo sito anche in vari canali di diffusione.
Nel 2010 Lisa esce con Il suo nuovo singolo dal titolo "GRIDO" uno sfogo che la tira fuori dalla lotta contro un brutto male che cerca di tenerla lontana dalle scene .ma lei non si arrende cosi da scrivere l'intero album che la riporta fuori dal buio della malattia diagniosticatole, Lisa tira fuori la grinta, Una rivelazione innovativa dimostrando la straordinaria versatilità dell’artista, non demorde e riversa tutto ciò che prova in Rispetto6.1 . Un LP dal sapore A&B che rivela una grande maturità compositiva con grande grinta e un cambio look positivo.
Il 6 maggio del 2016 arriva "Non è perfetto" anche su YouTube Singolo che anticipa l'uscita del nuovo Album "Rispetto 6.1" nei negozi dal 27 maggio 2016 e in tutti gli store digitali.Un album intenso, profondo e al contempo solare, che dipinge il ritratto di una donna e di un’artista che ha trasformato la propria storia in una percorso cantautorale autentico e ricco di poesia e di contenuti. Ma soprattutto interamente scritto da Lisa. Negli scorsi mesi ha partecipato al programma "Ora o mai più" nel quale ha conquistato il primo posto.