martedì 10 aprile 2018

Crifiu, dal 13 aprile in radio “IL CLOWN DI ALEPPO” nuovo singolo della band salentina

Da venerdì 13 aprile è in rotazione radiofonica e disponibile su tutte le piattaforme streaming “IL CLOWN DI ALEPPO”, il nuovo singolo della band salentina CRIFIU, prodotto da Dilinò e distribuito da Believe.

Dopo il successo di “Rock & Raï” e “Al di là delle nuvole” dei precedenti album, i Crifiu tornano con il nuovo singolo “Il Clown di Aleppo”, prodotto artisticamente insieme ad Arcangelo Kaba Cavazzuti (ex Vasco Rossi, Biagio Antonacci, Modena City Ramblers), un brano che anticipa l’uscita del prossimo lavoro discografico e che unisce le sonorità della world music internazionale al pop più originale, con una scrittura poetica e attenta al circostante, nel pieno stile della band salentina. Il brano è prodotto da Dilinò e distribuito su tutte le piattaforme streaming da Believe. I CRIFIU partono il Primo Maggio con il loro TOUR 2018 che li vedrà impegnati in tutta Italia con un nuovo coinvolgente spettacolo live.
Il brano “Il Clown di Aleppo” è un canto di speranza che si ispira alla storia di Anas, il giovane volontario vestito da pagliaccio che, nonostante la guerra in Siria, aveva deciso di rimanere ad Aleppo per regalare un sorriso ai bambini, tra le bombe e le macerie, finendo egli stesso vittima dei bombardamenti.
«Nei luoghi “culla della civiltà” - racconta la band - la civiltà, oggi, perisce ogni giorno. In quella parte di Medio Oriente -un tempo chiamata “Mezzaluna fertile” dove è nata l’agricoltura e sono sorte le grandi civiltà, terra fertile per la storia dell’Uomo e luogo di nascita di città tra le più antiche della Storia- la guerra sta distruggendo tutto, il Passato, il Presente e il Futuro.  Ad Anas e a tutti gli artisti, clown e volontari che mantengono un filo di speranza nell’Inferno della guerra. A loro e ai bambini e a tutte le vittime innocenti dei conflitti di questa terra cantiamo un brano di rinascita e di risveglio».
I CRIFIU sono una band salentina formata da Andrea Pasca (voce), Luigi De Pauli  (corde e synth), Sandro De Pauli (fiati e programmazioni), Antonio Donadeo (batteria e drum machine) e Valerio Greco (basso elettrico). La band dall’originale identità sonora (un incontro tra pop, rock, elettronica, world music e melodie mediterranee) pubblica nel 2015 l’album “A un passo da te” (Dilinò/Self) che vede la produzione artistica di Kaba Cavazzuti (già collaboratore di Vasco Rossi e Biagio Antonacci) e conferma la freschezza del progetto e, al tempo stesso, la sua maturità artistica. La band (che vanta collaborazione con Sud Sound System, Modena City Ramblers, Massilia Sound System, Asian Dub Foundation e tanti altri) con il suo precedente album “Cuori e Confini” (2012 - Dilinò/Goodfellas)  si è fatta conoscere a livello nazionale con il singolo Rock & Raï (feat. Sud Sound System, un brano di portata popolare, conosciuto e cantato dal pubblico di tutta Italia e il cui videoclip ufficiale, girato tra il Marocco e il Salento, viaggia verso i tre milioni di visite https://youtu.be/RdVYUKCwhJE), rendendosi protagonista dei maggiori festival internazionali (in primis il Concertone del Primo Maggio di Roma nell'edizione 2013 vincendone il festival correlato e nell'edizione 2014 nel cast ufficiale, lo Sziget Festival di Budapest e un ricco cartellone live in giro per l'Italia nei più importanti festival nazionali). La band ha confermato la sua originalità con i singoli “Al di là delle nuvole” (con ospiti i BoomdaBash e tra le hit più richieste nel live della band), “Un'estate così” (brano radiofonico ed estivo tra i più amati del pubblico), “A un passo da te” (title-track e brano di presentazione dell’album), “Ora et Labora” (sul mondo del lavoro), “Non fermare mai” (dove la storica nevicata sul Salento fa da scenario naturale al videoclip suscitando un grande interesse tra media e social network). Numerose le compilation in cui i brani dei CRIFIU sono stati inseriti e tante le collaborazioni e sodalizi artistici della band a livello nazionale e oltre confine.

 www.crifiuweb.comhttps://www.facebook.com/crifiu;  twitter.com/CRIFIU