lunedì 2 ottobre 2017

Formula 1 a tavola, LE 10 REGOLE PER UN “MENÙ DA GRAN PREMIO” PERFETTO

Questa settimana torna l’appuntamento con la Formula 1 e si rinnova la sfida fra la scuderia Mercedes e quella Ferrari. A due settimane dalla débâcle Ferrari al gran premio di Singapore, si rinnova il duello Hamilton-Vettel in un finale di stagione per nulla scontato.
I prossimi appuntamenti vedranno milioni di italiani incollati al televisore intenti a mangiare pizza, patatine e stuzzichini vari. Ma quali effetti ha questo menù da Formula 1 sull’organismo? Il 68% degli esperti richiama l’attenzione degli appassionati della competizione automobilistica più celebre, suggerendo piatti che possano evitare problemi legati alla digestione durante la visione dell’evento. Alimenti suggeriti sono la frutta e la verdura di stagione (82%), la carne magra (61%), il pesce (49%) e l’insalata di pasta (36%), ingredienti tipici della Dieta Mediterranea, banditi invece i fritti (85%), gli snack salati (74%) e cibi surgelati (63%).

É quanto emerge da uno studio del Polli Cooking Lab, l’osservatorio dell’omonima azienda italiana che analizza le tendenze nazionali e internazionali sul mondo dell’alimentazione, realizzato attraverso interviste a circa 90 esperti tra medici, nutrizionisti e masterchef a proposito dei rischi che corrono milioni di appassionati nel seguire le corse automobilistiche da casa senza prestare particolare attenzione a cosa e come mangiano.

“Carote crude, sedano e ravanelli sono spuntini perfetti per guardare un evento sportivo in televisione- afferma il Dott. Luca Piretta, specialista in Scienze della Nutrizione-. Non è necessario ricorrere alle patatine, alle noccioline, agli arachidi o ai biscotti per saziarsi. Gli alimenti sani oltre ad evitare la pesantezza, riempiono lo stomaco e evitano la sonnolenza. Bisogna avere la consapevolezza di quello che si sta mangiando preparandosi delle porzioni prima di mettersi davanti alla tv. Inoltre mangiando durante le pause o i momenti morti del Gran Premio è facile prendere consapevolezza di quello che si sta ingerendo”.

3 italiani su 4 confessano di mangiare cibo in modo incontrollato mentre guardano un evento sportivo

Secondo i dati dell’Osservatorio Social TV 2017 gli italiani sono il popolo teledipendente per eccellenza e anche quest’anno la percentuale dei connazionali che hanno scelto questo media è aumentata. La televisione è lo strumento principale che viene utilizzato nel tempo libero,  e nella maggior parte dei casi si scelgono programmi leggeri come gli eventi sportivi. Il palinsesto del weekend presenta infatti un’offerta sportiva in grado di accontentare gli amanti di qualsiasi competizione. Nonostante il calcio rimanga lo sport nazionale e quello più seguito, durante quest’anno c’è stata una riscoperta della Formula 1, soprattutto grazie alla buona stagione della Ferrari.

Quali sono i comportamenti alimentari che rischiano di appesantire gli italiani davanti alla tv? Sicuramente al primo posto troviamo la tendenza a consumare ingenti quantità di cibo in modo incontrollato (76%). É molto facile infatti lasciarsi trasportare dall’evento sportivo e non rendersi conto di star mangiando alimenti potenzialmente dannosi, specialmente cibi salati e fritti. Un altro comportamento da non sottovalutare è la velocità con cui si mangia questo tipo di alimenti (64%). É risaputo che il nostro organismo ha bisogno di tempi di digestione differenti in base al tipo di cibo ingerito e nel caso di alimenti pesanti i tempi sono lunghi. Un altro rischio è quello di dimenticarsi di bere o di farlo in grandi quantità con bevande gassate o alcoliche (48%). Bere è importante e facilita la digestione degli alimenti.

Mangiare cibo pesante sul divano oltre a causare dolori di stomaco porta sonnolenza e malumore, la soluzione sono gli alimenti cardine della Dieta Mediterranea come la frutta, la verdura, la carne e il pesce

Quali sono invece i rischi a cui si va incontro con un’alimentazione pesante? Al primo posto sicuramente i già citati dolori e gonfiori allo stomaco, che portano al reflusso gastroesofageo (56%). La digestione non è facile se ci si trova davanti alla televisione e viene resa ancora più difficoltosa da alimenti non adatti. Facile anche addormentarsi (47%). Il cibo pesante causa sonnolenza e di conseguenza si rischia di perdere il gran premio tanto atteso a causa della stanchezza. Altro fattore collegato è il  malumore (38%). A causa dei dolori allo stomaco o della stanchezza infatti è facile che l’umore possa mutare ed andare a influenzare la giornata.

Gli esperti hanno le idee chiare sui cibi da evitare e su quelli adatti a questo tipo di appuntamento. Aboliti i fritti (85%), gli snack salati come le patatine, i popcorn o i salatini (74%), i dolci come i biscotti, le ciambelle o le caramelle (63%), i formaggi (52%) e i salumi (45%). Sconsigliati anche gli alcolici (56%), le bevande gassate (50%) e quelle ricche di zuccheri (43%). La scelta fra gli alimenti consigliati è molto vasta ed è in grado di accontentare tutti i gusti. Secondo i nutrizionisti non è necessario rinunciare ad alimenti buoni, ma è indispensabile controllare le porzioni e scegliere cibi di qualità. Al primo posto troviamo la frutta e la verdura (82%),  quest’ultime anche sotto forma di sottoli che sono comunque leggeri e pratici da consumare, perfetti per non appesantirsi. Appena dietro troviamo la carne magra (61%), il pesce (49%) e l’insalata di pasta (36%).

Come piatto forte del “menù da gran premio” lo chef, scrittore e consulente alimentare Giuseppe Capano propone una salsa cremosa densa da accompagnare a semplici carote crude tagliate a bastoncino come una sorta di pinzimonio. “Abbiamo innanzitutto la presenza di tutti elementi a crudo che conservano al 100% i loro preziosi nutrienti. La carota ci porta i preziosi caroteni che fanno bene all’organismo, il limone la preziosa vitamina C insieme a notevoli sostanze protettive, disinfettanti, antibatteriche, lo zenzero è invece un ottimo tonico, stimolante, digestivo, antinfiammatorio, infine l’olio extravergine d’oliva porta con sé i potentissimi polifenoli a difesa di moltissime funzioni organiche. La preparazione è semplice. Basta frullare il cuore pulito di due finocchi crudi con il succo di 1 limone, 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato e 2-3 cucchiai di buon olio extravergine di oliva. La salsa cremosa può essere comodamente messa in un grande bicchiere con dentro le verdure ed un eventuale cucchiaio”.

Ma quali sono i programmi che portano gli italiani ad abusare del cibo spazzatura? Come già ribadito gli eventi sportivi sono quelli che invogliano il maggior numero di italiani a scegliere cibi sbagliati (74%). Generalmente perché questi appuntamenti si svolgono durante il weekend e di conseguenza ci si sente più liberi di poter mangiare quello che si desidera senza porsi dei limiti. Altra occasione che porta a questa brutta abitudine è quando ci si trova a guardare film o serie tv particolarmente coinvolgenti (59%). Infatti a volte la trama è talmente intrigante da distrarre lo spettatore da quello che sta mangiando. A concludere questa classifica troviamo i reality (47%). Fra gli italiani sono tantissimi gli appassionati di questo genere di programmi, che in molti casi vengono guardati mentre si mangia qualcosa.



LE 10 REGOLE PER UN “MENÙ DA GRAN PREMIO” PERFETTO:

Evitare fritti o piatti eccessivamente salati
Preparare le porzioni prima di mettersi davanti alla tv
Non eccedere nelle porzioni
Non distrarsi da quello che si sta mangiando
Scegliere prodotti freschi e di stagione
Evitare bevande alcoliche e gassate
Scegliere alimenti preparati in casa
Prediligere la qualità degli alimenti
L’acqua è fondamentale per non appesantirsi eccessivamente
10.               Mangiare lentamente per evitare bruciori di stomaco

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.