giovedì 6 aprile 2017

Il casino cinese di Palermo

Mi serve sapere gli orari di apertura al pubblico della deliziosa Palazzina Cinese di Palermo, vado su Google e digito "Palazzina Cinese orari".
Vengono fuori un sacco di siti, ma io che sono furbissimo, scelgo il migliore, che mi darà certamente informazioni corrette e nel modo più professionale: quello della Regione Siciliana.
Anche perché è l'unico che invece di chiamarla "Palazzina Cinese" come fanno tutti, la chiama "Casina Cinese".
Questi sì che sanno il fatto loro.
E in effetti l'informazione c'è:

Casina Cinese

Indirizzo : Via Duca degli Abruzzi
Provincia : Palermo  Comune : Palermo
Tel. : 091 7071317/411

Orari ingresso : Da martedì a sabato dalle 9.00 alle 19.00 (chiusura biglietteria 30 minuti prima).
Domenica e festivi dalle 9.00 alle 13.30. I lunedì (non festivi) chiusa.
Biglietto singolo intero : Gratuito
Biglietto singolo ridotto: Gratuito
Note: Prima domenica del mese ingresso gratuito (ore 9,00-13,30)

PECCATO PERÒ CHE...

...Più sotto ci sia la rettifica:

Comunicazioni e avvisi

 Si comunicano i nuovi orari di apertura al pubblico: da martedi' a sabato dalle
9,00 alle 17,30 (ultimo ingresso alle 17,00) - festivi dalle 9,00 alle 13,30
(ultimo ingresso alle 13,00) - lunedi' chiuso. 

Un bellissimo esempio di trionfante burocrazia e pessima capacità di comunicazione.
Perché vedete, loro sono burocraticamente a posto: ti stanno dicendo che gli orari
sono cambiati. Se non ti leggi "Comunicazioni e avvisi" peggio per te. La colpa
è tua. Punto.
Ma un comunicatore (in realtà, qualsiasi persona di buon senso) sa che
un'informazione deve essere esauriente e facile da acquisire, senza trappolette.
Invece qui se uno non fa attenzione, sbaglia.
Ma era tanto difficile fare la "grande pensata" di modificare il testo originario?
"Orari d'ingresso..." eccetera eccetera.
Evidentemente per loro era difficile. Perché il burocratese è lì in agguato a fargli
fare le cose nel modo in cui sono abituati, senza riflettere sul fatto che
potrebbe non essere il migliore. Ed ecco quindi il comunicato bis che modifica
il primo. E poi chissà, avremo il comunicato tris che modificherà il bis che...
eccetera eccetera.
Ma a chi dobbiamo tutto ciò, in particolare?
Ce lo spiega una scritta in calce:   

Dipendente da


Un mio amico mi ha detto che quella "Palazzina" che per la Regione diventa
"Casina"  farebbe pensare che BB.CC.AA. stia per Beni Casinisti e Ambientali.
Ma lui è uno di quelli a cui piace scherzare.

Carlo Barbieri
Carlo Barbieri è uno scrittore nato a Palermo. Ha vissuto a Palermo, Catania, Teheran, il Cairo e adesso fa la spola fra Roma e la Sicilia. Un “Siciliano d’alto mare” secondo la definizione di Nisticò che piace a Camilleri, ma “con una lunga gomena che lo ha sempre tenuto legato alla sua terra”, come precisa lo stesso Barbieri. Scrive su Fattitaliani, Ultima Voce e Malgrado Tutto, testata a cui hanno collaborato Sciascia, Bufalino e Camilleri. Ha scritto fra l’altro “Pilipintò-Racconti da bagno per Siciliani e non”; "Uno sì e Uno no" (D. Flaccovio Editore); i gialli “La pietra al collo” (Todaro Editore, ripubblicato da IlSole24Ore) e “Il morto con la zebiba” (Todaro Editore, candidato al premio Scerbanenco 2015); "Il marchio sulle labbra" (premiato al Giallo Garda) e "Assassinio alla Targa Florio, ambedue con D. Flaccovio Editore. Suoi scritti sono stati premiati al Premio Internazionale Città di Cattolica, al Premio di letteratura umoristica Umberto Domina, al Premio Città di Sassari e al Premio Città di Torino. I suoi libri sono reperibili anche online, in cartaceo ed ebook, su LaFeltrinelli.it e altri store.

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.