mercoledì 22 dicembre 2021

Alessandro Lanza, il designer multitasking spopola con l’omaggio a Maradona

Alessandro Lanza vive in una meravigliosa torre medioevale sui monti lattari  in cui dà forma ad ogni sua opera, un designer dal gusto futuristico e rivoluzionario che ha saputo conquistare i vip e le migliori aziende. Spopola l’omaggio a Diego Armando Maradona ad un anno dalla scomparsa.

Alessandro Lanza è sicuramente uno dei designer italiani più richiesti ed ambiti. Campano, classe  1987 ha uno stile unico ed inconfondibile che ha costruito nel corso degli anni passati tra la laurea a Firenze, laurea e master al Politecnico di Milano ed infine influenze Underground con il periodo vissuto a Londra/Milano che gli ha permesso di aprire ad una visione più europea. Nelle ultime settimane è salito alla ribalta per degli splendidi omaggi al campionissimo Diego Armando Maradona, che è stato ricordato in tutto il mondo pochi giorni fa ad un anno dalla scomparsa.

Ho deciso di omaggiare Maradona perché benché il mio lavoro mi porti spesso in ogni angolo del mondo per lavorare con personaggi ed aziende, il mio cuore è sempre nella mia amata Campania e Napoli di cui Diego è stato il più grande ambasciatore nel mondo”, ha spiegato l’artista che ha realizzato questi quadri unici dallo stile Underground. Un pensiero dolce quello verso il grande calciatore argentino che ha raccolto entusiasmo da parte del pubblico.

Alessandro Lanza è un artista a 360º, che fin da piccolo sognava di progettare e realizzare la casa dei sogni. Ora questo suo desiderio è diventato realizzare quella degli altri, come dimostrano i tanti vip e aziende che si avvalgono delle sue consulenze. “Il progetto perfetto nasce solo quando cliente ed il designer condividono completamente il loro pensiero”, spiega  l’artista che deve molto della sua formazione professionale all’architetto/designer Simone Micheli presso il cui studio di Milano ha mosso i primi passi per 5 anni seguendo progetti ed eventi come il Fuorisalone, il SiaguestHost, il Sigep e tante altre fiere internazionali. Ora però corre da solo con le proprie gambe e lo dimostrano gli innumerevoli progetti per privati ed aziende realizzati. Tra le sue ispirazioni c’è sia l’arte pittorica moderna di Keith Haring e Basquiat precursori dei murales ma anche lo stile unico del designer Karim Rashid. Oltre a questi grandi maestri internazionali per me punto di riferimento il mio lavoro a Milano mi ha dato tantissimo. Sono stato ispirato dai movimenti milanesi Memphis e Alchimia, avendo avuto come grandi maestri al Politecnico architetti/designer come Michele  de Lucchi, Alessandro Guerriero, Alessandro Mendini ed Andrea Branzi”, spiega Alessandro Lanza.

Prossimamente il designer che vive e progetta in una torre è in procinto di calcare sempre più le passerelle con la sua arte, portando il glamour e la freschezza che tanto stanno conquistando lo showbiz anche sul piccolo schermo. Lo potete trovare al profilo Instagram alexunderdesign e al suo sito personale per scoprire tutte le sue creazioni.