lunedì 4 gennaio 2021

Uffizi, per la prima volta online le illustrazioni della Divina Commedia

Tutti i disegni sono realizzati alla fine del Cinquecento da Federico Zuccari, il pittore famoso per aver affrescato la Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze
Paolo Ondarza - Città del Vaticano

L’iniziativa è delle Gallerie degli Uffizi, il museo statale di Firenze, in occasione del Settecentenario dalla morte di Dante Alihieri che ricorre quest'anno. Gli 88 fogli “danteschi” danno corpo alla mostra sul web “A riveder le stelle”. Le illustrazioni sono state digitalizzate ad alta definizione così da consentirne la fruizione in ogni loro dettaglio.

I disegni mostrati al pubblico solo due volte

Ritenute la più imponente compagine di disegni del capolavoro dantesco prima dell’Ottocento, queste opere furono eseguite da Zuccari sul finire del XVI secolo e sono state esposte al pubblico solo in due occasioni: nella grande mostra dantesca tenuta a Firenze in Palazzo Medici-Riccardi nel 1865 e alla Casa di Dante in Abruzzo nel 1993. Il motivo è da ricondurre alla fragilità propria di tutte le opere su carta che, normalmente conservate in ambienti protetti, termoregolati, senza luce, possono essere esposte solo in casi eccezionali.

Dalla Selva Oscura al Paradiso

Dalla Selva Oscura fino alle alte sfere del Paradiso, i disegni di Federico Zuccari, uno tra i protagonisti del tardo Manierismo italiano, originariamente erano rilegati in un volume contenente le tre cantiche.  Sul web le opere grafiche sono accompagnate da un commento didattico scientifico. “E’ un vero orgoglio per le Gallerie degli Uffizi  – commenta il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt -aprire il Settecentenario dalla morte del sommo poeta rendendo disponibile a tutti questa straordinaria raccolta di arte grafica. Materiale prezioso non solo per chi fa ricerca ma anche per chi, appassionato dell’opera dantesca, sia interessato ad addentrarvisi per seguire, come dice l’Alighieri, virtute e canoscenza”.

Vatican News del 4 gennaio 2020