mercoledì 15 aprile 2020

Sognando il mare. Parla il Dr. Simone Napoli, esperto in chirurgia estetica plastica ricostruttiva


In tempi di “forzata clausura” la nostra giornata è scandita dal PC, la rivoluzione digitale e lo smart learning irrompono nelle realtà scolastiche e universitarie, nella moda, nei musei, nel turismo diventando la quotidianità, non più l’eccezione.
Il Covid-19 ha obbligato l’intero sistema commerciale a rivedere le proprie modalità di verifica, oggi nuovi e collaudati servizi di e-learning, connettività e smart working permettono di continuare (quasi) linearmente. Anche  il settore della moda ha la capacità di attingere alla creatività e alla fantasia per aprire showroom virtuali da esporre i brand in tutto il mondo.
Supermodelle come Alek Wek, Naomi Campbell e Iman sfidano, con la loro bellezza spudorata, la “prova costume” invece, le donne normali, cercano sul web immagini di mare, spiaggia, sole, costumi glamour e, inevitabilmente, l’occhio casca sul Lato B e sulla cellulite.
Ben 20 milioni di italiane, riconducono proprio lì, al lato B, ogni cruccio e insicurezza estetica in vista costume. Anche perché si sa: la cellulite riguarda tutte, diciamo....che non guarda in faccia nessuno, senza differenze di taglia, peso, età, circonferenze, volumi. Indifferente perfino ai 106 milioni di euro che ogni anno vengono spalmati sulle zone critiche sotto forma di crema
Raccogliamo sul tema  i commenti del Dr. Simone Napoli, esperto in chirurgia estetica plastica ricostruttiva, associato AICPE.
La cellulite è un inestetismo superficiale che si manifesta in determinate aree corporee dovuta sia ad un accumulo eccessivo di grasso sottocutaneo ma anche alla ritenzione idrica, quindi all’eccessiva congestione di liquidi nei tessuti più superficiali.
Spesso si rende manifesta con il tipico aspetto a “buccia d’arancia”.
La mesoterapia è un trattamento medico indicato per il trattamento della cellulite e prevede il rilascio in determinate aree del corpo di dosi molto piccole di farmaci appartenenti alla farmacopea tradizionale  o sostanze omeopatiche.
Possono essere somministrati farmaci vasoattivi (azione capillaro – protettrice)  e drenanti (azione anti – edemigena) che migliorano il microcircolo e consentono il drenaggio dei liquidi in eccesso. In altri casi si rende necessaria la somministrazione di sostanze lipolitiche che facilitano la rottura delle cellule adipose.
Il protocollo prevede dalle otto alle dieci sedute con cadenza settimanale, seguite poi da una seduta mensile di mantenimento per ottimizzare e stabilizzare i risultati.
La procedura è ambulatoriale e ben tollerata. Possono residuare, nonostante l’utilizzo di appositi aghi molto sottili, piccole ecchimosi nella sede di iniezione. E’ consigliabile a distanza di almeno 24 ore dalla seduta effettuare un massaggio linfodrenante della sede trattata.
Una dieta adeguata con un sano stile di vita, una costante e mirata attività motoria dei muscoli delle aree interessate rimangono presupposto irrinunciabile per il miglioramento complessivo di tale inestetismo.
Le Sedi del Dr Simone Napoli
Centro Bufalini -  Via Gino Capponi, 26 – 50121 Firenze, Tel: 055 244950
Roma 349 2301592 - Prato 349 2301592  - Cagliari 340 8170367 - 349 2301592