mercoledì 13 gennaio 2016

Libri, “Mangiar sano con la Dieta Mediterranea: dallo svezzamento all’età adulta”, Cuzzolin Editore

Il libro “Mangiar sano con la Dieta Mediterranea: dallo svezzamento all’età adulta”, scritto da Fiorella de Pascale, edito da Cuzzolin Editore affronta l’importante tema della prevenzione, praticata attraverso una sana e corretta alimentazione.
L’originalità di questo principio sta nella sua applicazione. E’ importante svezzare il lattante con prodotti della Dieta Mediterranea, affinché diventi un’abitudine e si trasformi poi, in uno stile di vita. Questo il concetto dal quale si è partiti per questa pubblicazione. L’adozione di questo stile di vita, determina indubbi vantaggi salutistici, poiché, pasta, pane, riso, cereali preferibilmente integrali, frutta e verdura ed un modesto consumo di pesce e carni bianche,  rappresentano gli alimenti dei pasti principali nella piramide della Dieta Mediterranea. Nutrirsi secondo questi criteri, significa fare prevenzione sin dalla tenera età.
Gli effetti negativi di una non corretta alimentazione sono evidenti.
Questi i temi che verranno dibattuti nella presentazione del volume che Cuzzolin Editore ha organizzato in collaborazione con laFondazione Italia Sostenibile giovedì 14 gennaio p.v. a Roma, presso la Camera dei Deputati, alle ore 10.00 nella sala Aldo Moro. Ne discuteranno, coordinati dal giornalista Antonio Fiore, l’Onorevole Colomba Mongiello, Vicepresidente della Commissione Parlamentare fenomeni contraffazione, Sergio Marini, Presidente Fondazione Italia Sostenibile, Maurizio Cuzzolin, Editore, Nino Di Costanzo, Chef stellato, Giulio Corrivetti, Vicepresidente Fondazione Ebris.
La Campania, culla della Dieta Mediterranea, è la regione d’Italia a più alto tasso di obesità infantile. Assumere un corretto stile di vita aiuta a ridurre il rischio di obesità oltre che a prevenire il manifestarsi di malattie cardiovascolari, metaboliche e renali e di patologie cronico-degenerative
come Diabete, Alzheimer e Parkinson.
Dunque, correggere gli stili alimentari è di fondamentale importanza ma altrettanto importante è il ruolo della comunicazione legata alla diffusione di questi principi.