lunedì 5 agosto 2019

Cavalleria Rusticana e Pagliacci il 7 agosto al Teatro di Verdura di Palermo per Mythos Opera Festival

Dopo il successo di Taormina, il 7 agosto Cavalleria Rusticana e Pagliacci in scena al Teatro di Verdura di Palermo. Ospite d’onore la nipote di Pietro Mascagni.

Dopo il grande successo riscosso lo scorso 29 luglio al Teatro Antico di Taormina, Cavalleria Rusticana e Pagliacci, tradizionale dittico verista su musiche di Pietro Mascagni e Ruggero Leoncavallo, sarà messo in scena mercoledì 7 agosto al Teatro di Verdura di Palermo. Un omaggio al compositore Ruggero Leoncavallo, nel centenario della sua scomparsa. Ad impreziosire la serata la gradita presenza in platea di Maria Teresa Mascagni, nipote del grande compositore nonché presidente del Comitato promotore Pietro Mascagni, che ha accolto l’invito del maestro Gianfranco Pappalardo Fiumara, ideatore del Mythos Opera Festival. “La presenza di Maria Teresa Mascagni – commenta Pappalardo Fiumara – rappresenta un riconoscimento importante che la famiglia Mascagni fa al Mythos Opera Festival dopo anni di proficua collaborazione”. A firmare la regia sarà Roberto Cresca, anche protagonista di Pagliacci. La visione registica delle due opere sarà unica, con intrecci che legheranno i due titoli in un unico grande spettacolo. “Ho voluto eliminare – spiega il regista - tutto quel folklore siciliano che si è soliti vedere nell’opera di Mascagni, spostando la vicenda nel secondo dopo guerra in un non ben definito “sud”. Tutta l’opera sarà permeata da una sensazione onirica, si mischieranno sogno e realtà, in un gioco di parallelismi sviscerati dalla potenza drammatica della musica di Mascagni. Lo stesso sarà per Pagliacci, dove ho inserito un palese omaggio a Fellini, nonché - conclude - alla grandissima attrice Giulietta Masina”. Una visione per certi versi cinematografica della messa in scena, con uno sguardo al neorealismo italiano. Ogni elemento musicale verrà sottolineato e coreografato, grazie all’esperienza di musicista di Roberto Cresca, che numerose volte ha anche interpretato il ruolo di Turiddu. Gli artisti sulla scena saranno Carole Sidney Louis (Santuzza), Gianluca Sciarpelletti (Turiddu), Eugenia Babich (Mamma Lucia), Karina Demurova (Lola) e Carmine Monaco D’Ambrosia (Alfio) per Cavalleria Rusticana; Maria Addolorata Mondella (Nedda), Roberto Cresca (Canio), Federico Parisi (Beppe), Alessio Quaresima Escobar (Tonio) e Salvo Di Salvo (Silvio) per Pagliacci. In scena anche il Coro lirico mediterraneo ed il Coro di voci bianche ‘Giacomo Puccini’, diretti rispettivamente da Alessandra Pipitone e Claudio Corsaro e presieduti da Nuccio Anselmo. A dirigere l’Orchestra Filarmonica della Sicilia sarà il maestro Francesco Di Mauro.

Le due opere inaugureranno le date palermitane del Mythos Opera Festival, quest’anno con la direzione artistica di Nino Strano. Queste le altre date: il 14 agosto Aida con la regia del maestro Attilio Colonnello, pittore, scenografo e regista, tra le più grandi personalità artistiche internazionali; il 21 ed il 28 agosto La Traviata, con la regia di Nino Strano; e l’1 settembre Puccini in Love.