sabato 29 giugno 2019

Elena Ballerini, “Che emozione quell’ospitata a Porta a porta”. L'intervista

È una conduttrice in forte ascesa, Elena Ballerini. Dopo aver fatto parte, per diversi anni, del cast del programma Mezzogiorno in famiglia, di recente è stata ospite a Porta a porta, dove, protagonista di puntata del prestigioso programma di Raiuno condotto da Bruno Vespa, ha presentato la sua ultima fatica letteraria “Come non darla vinta”. 

Elena, come stai trascorrendo le tue vacanze?
Quest’anno sono vacanze speciali perché per la prima volta siamo in tre. Al mio piccolo Emanuele voglio far vivere appieno il mare. Attualmente ci dividiamo fra Roma , in vista di nuovi progetti e la Liguria. Siccome il bimbo é ancora molto piccolo e abbiamo la fortuna di abitare al mare resteremo in Liguria principalmente a ponente dove c’è il mio paese Loano e la spiaggia cui sono più affezionata del mio amico Jury , ma spesso ci godiamo anche la riviera di levante fra Santa Margherita e Rapallo dove abbiamo una casa. Inoltre io quest’estate presento diversi eventi e spettacoli nella mia terra natia. Ad agosto andremo un po’ in montagna per stare un po’ al fresco. 
A quali progetti ti stai dedicando?
Principalmente due progetti televisivi : uno riguarda il mondo animale cui sono molto legata e uno invece il mondo dei viaggi e dell’Italia in movimento. A settembre potrò dire qualcosa in più. Di sicuro per me sarà un luglio infuocato da questo punto di vista. 
Quali ricordi conservi di Mezzogiorno in famiglia?
Dopo 4 intensi anni fa inviata ho dovuto lasciare il programma per dedicarmi alla nascita di mio figlio Alberto Emanuele. Tuttavia solo dopo due mesi dalla sua nascita ho potuto continuare la mia avventura a mezzogiorno in famiglia per diverse puntate tornando in studio come madrina della squadra Tagliolo Monferrato . Michele Guardí e gli autori mi hanno dato la grande possibilità di esibirmi finalmente come cantante interpretando brani impegnativi del genere pop lirico come “Con te partirò “, “Grande amore” e “Memory”. Ogni settimana mi preparavo moltissimo per dare il massimo e il mio piccolo era il mio primo spettatore. 
Di recente ti abbiamo vista, nelle prestigiose vesti di ospite di puntata, a Porta a porta. Una bella soddisfazione...
Quando ho ricevuto la chiamata da Bruno Vespa, non ci potevo credere di poter prendere parte al sipario più importante della nostra tv, dove si avvicendano le fasi più importanti della politica italiana e della storia contemporanea del nostro Paese. 
Ho accolto con grande gioia l’invito a intervenire sul tema delle avances portando il mio libro “Come non darla vinta” che è stato presentato dal Dott Vespa durante la puntata. Ammetto di essere stata emozionata, ma l’orgoglio di esserci riuscita ha prevalso e mi ha consentito di vivere quest’esperienza incredibile con grande tranquillità. In studio mi hanno accompagnata il mio ufficio stampa Tommaso Martinelli e il mio grande amico l’avvocato Cataldo Calabretta. Avere dei veri amici al proprio fianco nella vita è sempre un grande vantaggio 
Conduttrice e scrittrice, cantante.  In passato, però, hai avuto esperienze d’attrice: capitolo chiuso?
Credo che ad un certo punto ciascuno di noi debba fare delle scelte e la mia é caduta sul costante impegno a dedicarmi alla carriera televisiva, che porto avanti anche dopo la maternità , certo con qualche difficoltà logistica in più, ma anche con una maggiore carica di felicità grazie al mio bimbo. 
Come riesci a conciliare la sfera professionale con quella privata?
Cerco di organizzare gli impegni di lavoro  in maniera molto calibrata e ho la fortuna di avere un marito meraviglioso che mi sostiene e supporta sempre, prendendosi cura in modo impeccabile del bimbo quando sono costretta ad allontanarmi. Spostandoci fra la Liguria e Roma in modo assiduo cerchiamo di viaggiare di sera e al mattino presto per non esporre il piccolo a inutili ondate di calore. 
Quali altri traguardi, in futuro, ti piacerebbe raggiungere?
Vorrei condurre un programma tutto mio: ideato da me e condotto da me su un tema a me caro.  Ci sarò vicina ? Lo spero tanto!