domenica 3 marzo 2019

Morto a 90 anni Tullio Gregory: la filosofia insegna a dubitare, a porsi dei problemi. L'intervista di Fattitaliani

(videointervista) Il filosofo, storico delle idee - più che della filosofia, preferiva dire lui - Tullio Gregory è morto a Roma a 90 anni. Riproponiamo la videointervista di circa otto anni fa.

Studioso del platonismo, Gregory si era laureato a Roma, dove era nato il 28 gennaio 1929, con il dantista Bruno Nardi nel 1950.
L’anno successivo era già alla Treccani, dove ha diretto la sezione di storia della filosofia e del cristianesimo. E dove, fino all’ultimo, ha curato un progetto dedicato alle parole chiave del XXI secolo. Aveva insegnato alla Sapienza e alla Sorbona.
In oltre sessant’anni di pubblicazioni, ha firmato saggi come “Platonismo medievale” (1958), “Etica e religione nella critica libertina'' (1986), ''Mundana sapientia. Forme di conoscenza nella cultura medievale'' (1992), ''Origini della terminologia filosofica moderna. Linee di ricerca'' (2006), ''Principe di questo mondo. Il diavolo in Occidente'' e “Michel de Montaigne o della modernità'' (2016).