sabato 9 febbraio 2019

Berlino, "The Ground Beneath My Feet" un film con cast tutto al femminile

Picture Tree descrive il film come un "dramma contemporaneo guidato dalle donne che tocca complessi legami familiari e il modo in cui affrontiamo i segreti nascosti".
Il film, che incorpora elementi thriller e suspense, racconta la storia di Lola, un consulente di business che eccelle per le sue tattiche aggressive sul lavoro. Viaggia da se per Vienna, dove il suo appartamento di buon gusto serve più come cassetta delle lettere e lavanderia a gettoni che a casa, nella sede dell'ultima società che sta ristrutturando. La sua routine è una delle nottate in ufficio, le cene fantasiose dei clienti e brevi notti di sonno in camere d'albergo sterili.
All'approssimarsi del 30, Lola è bellissima e la sua carriera sembra essere sulla buona strada per il successo. Gestisce la sua vita personale con la stessa efficienza spietata che usa per ottimizzare i margini di profitto. Mantiene la sua relazione con il suo capo Elise segreto, così come l'esistenza di sua sorella maggiore Conny, che ha una lunga storia di malattie mentali. Ma quando riceve la notizia che Conny ha tentato il suicidio, i segreti di Lola minacciano di esplodere allo scoperto. Mentre cerca di fare ciò che è meglio per sua sorella senza mettere a repentaglio tutto ciò per cui ha lavorato così tanto, Lola percepisce finalmente la realtà della sua vita.
Il film è interpretato da Valerie Pachner, che ha recitato nel film "Egon Schiele: Death and the Maiden" del 2016. Pachner è presente in "Radegund" di Terrence Malick, che uscirà quest'anno, e si dice anche che abbia firmato un contratto  per un ruolo di lingua inglese in un'importante produzione.
"The Ground Beneath My Feet" è prodotto da Novotny & Novotny Filmproduktion, con sede a Vienna. I diritti austriaci del film sono stati acquisiti da Filmladen, che lo pubblicherà alla fine di marzo.
Il primo lungometraggio di Kreutzer, "The Fatherless", è stato presentato al Festival di Berlino nella sezione speciale Panorama nel 2011, ricevendo la Menzione Speciale come miglior film d'esordio. Il suo secondo film, "Gruber Is Leaving" (2015), è stato nominato per l'Austrian Film Award e ha vinto la Menzione Speciale come miglior film allo Zurich Film Festival. Nel 2016, il suo terzo lungometraggio, "We Used To Be Cool", è stato presentato in anteprima allo Zurich Film Festival in concorso. Il suo primo film per la TV, "Emergency Lies", con Josef Hader, è apparso nel 2017.
Questo film, dice la regista ha ricevuto diversi punti di vista e critica da parte della stampa e prima di iniziare a girarlo mi sono fatta tante domande soprattutto sulle emozioni dei personaggi chiave della storia. La protagonista vive in una sorta di limbo a cui deve resistere.
Per quanto riguarda una possibile distribuzione internazionale del film dice il produttore, si augura di trovare presto delle negoziazioni interessanti per la vendita del progetto.
Valerie Pachner, racconta in conferenza stampa che interpretare questo personaggio é stato duro fisicamente: la mimica facciale sempre tesa, con il volto tirato sono state le difficolta' maggiori che ha incontrato. Alla domanda quale messaggio porta nel film con il suo personaggio ha risposto: difficile a dirsi, sicuramente l'integrita' e l'integrarsi sono elementi che considero miei.