martedì 8 gennaio 2019

Liz Francia, in mostra la personale "Refreshing Human Spirit” a Milano fino al 18 gennaio

Dal 7 al 18 gennaio 2019 in corso Colombo 11 a Milano, dalle 11:00-13:00 e dalle 16:30-19:30, è in mostra la personale di Liz Francia dal titolo “Refreshing Human Spirit”.

«“Temporali effervescenze” | “La grande illusione” è un film del 1937 di Jean Renoir, non a caso figlio del grande pittore impressionista. Dopo ottant'anni, posso con certezza affermare che nulla è mutato riguardo alla pittura, per la continua condizione fantastica dei sentimenti, e per le metamorfiche esperienze che via via si sono moltiplicate e addensate nelle “sabbie mobili” dell'arte, fino a diventare “terre desertiche” seppure fertili! C'è così un fuoco tra la mano dell'artista Liz Francia, e il suo operare, tra le sue spatole e lo spesso contributo cromatico che regola la nascita di un quadro dall'inizio alla fine, pur nel limitato spazio di una tela. Esso ubbidisce con nitida fiamma a illuminare una realtà sul punto di accadere; tra il tempo e l'accadere, tipico del tempo. Un massimo grado di combustione dell'efficacia e della sorpresa!» Ercole Pignatelli.
«“Tutta la storia dentro un frame” | “Refreshing Human Spirit” è un’esplosione cromatica che si dilata di tela in tela riverberando toni che incrociano albe boreali con esplosioni atomiche. Sono i frame di Liz Francia, così densi di colori che si soprappongono come veli impietosi. Una forza immane che si stempera in risacca sul perimetro di tele che sospendono l’attimo in cui l’azione si compie. L’artista usa il pennello come una lancia, colpisce al cuore e apre ferite da cui sgorgano gialli e turchesi iridescenti che si allungano addolciti con la spatolaa isole di pace o a tramonti apocalittici. Incubi che diventano visioni e poi sogni evanescenti. C’è l’Africa e l’Oriente, l’oro e l’argento. Nei suoi frame c’è tutto quel mondo che Liz Francia ha incontrato da regista e ha immaginato da artista immergendosi nelle vie del colore che portano alle emozioni.» Alessandro Baracco.

Elisabetta Francia, milanese, da sempre nel mondo delle immagini, ha utilizzato come mezzo espressivo il video nei vari documentari a carattere sociale ed artistico. Dopo essersi laureata in filosofia, comincia a lavorare nel cinema ed in pubblicità, ma preferisce dedicarsi al documentario. La sua ricerca si allinea ad un impegno sociale e personale nel voler raccontare le situazioni umane più deboli e dolorose. Comincia a realizzare documentari in America Latina, Africa per la Fao e Comunità Europea, poi in India, Etiopia, Giappone, Arabia Saudita oltre che in Italia per varie tv italiane e straniere. Fin da piccola ha una grande passione per la pittura, ma solo ultimamente la esprime pubblicamente. La sua pittura è una ricerca sul colore che diventa materia, sogno, meditazione, è un'effervescenza cromatica di emozioni stratificate dove la ferita si soglie in vitalismo. “Effervescenze” è la sua prima mostra personale, una raccolta di opere su tela e legno realizzate tra 2015/2017. Accanto alle tele, un’installazione, “Millenium ...00 a.C 2017”, dove riprende il tema della violenza domestica.

L’ingresso è libero.

Link:

https://www.lizfrancia.com

https://www.instagram.com/lilaflight/