mercoledì 28 novembre 2018

Bruxelles, al Théâtre National "La cosa" (intelligente) di Claudio Stellato. La recensione di Fattitaliani


Affannati, ci agitiamo appresso a idee, progetti, situazioni che montiamo, smontiamo, rimontiamo, rabberciamo in un continuo cominciare e finire di turbinii sostanzialmente inutili.
Nella scena quattro attori (Julian Blight, Mathieu Delangle, Valentin Pythoud, Claudio Stellato) si sono affaccendati in una girandola di riassestamenti e movimenti di un gran quantitativo di ceppi di legno, che servivano a costruire manufatti che già dall'inizio si preannunciavano inconsistenti e caduchi. 
Nello spostamento dei legni gli interpreti accennavano vari possibili comportamenti: aggressività, solidarietà, derisione, indifferenza. Come di fatto accade nella vita attorno alle azioni di ciascuno.

Senza troppe parole l'autore ci ha mostrato una cosa semplice: noi umani non riusciamo a stare fermi, ma quest'immenso dispendio di energie non si sostanzia mai in progetti e realizzazioni che vadano al di là di una contingenza precaria; e fu cosi' che l'autore - senza dialoghi - ha argomentato una cosa  filosofica! Perciò ci è sembrata una cosa intelligente.

"La cosa" Al Théâtre National di Bruxelles fino al 2 dicembre 2018.
Foto di Massao Mascaro

Chorégraphie
Claudio Stellato

Avec
Julian Blight, Mathieu Delangle, Valentin Pythoud, Claudio Stellato

Production
Cie. Claudio Stellato

Coproduction
Les Halles de Schaerbeek, la Maison de la Culture de Tournai, Manège de Reims – Scène Nationale, la Villette (Paris), Oerol Festival (Pays-Bas), Theater op de Markt-Dommelhof (Neerpelt), Le Prato Pôle National des Arts du Cirque (Lille), L’Échangeur – CDC Hauts-de-France


Soutiens à la création
Latitude 50 – Pôle arts du cirque et de la rue (Marchin), Espace Périphérique (Paris), Le Cuvier – CDC Aquitaine (Bordeaux), La Brèche, Pôle National des Arts du Cirque – Cherbourg, L’Atelier des marches (Bordeaux), Festival Excentrique – Culture-O-Centre (Orléans), Menu Spaustuve (Lithuanie), Pépinières européennes pour jeunes artistes (Paris), La Biennale de danse de Lyon, Le Mans fait son cirque, Viagrande Studios (Italie), Subtopia (Stockholm), Circuscentrum (Ghent)

Avec le soutien
Fédération Wallonie-Bruxelles, Direction générale de la Culture, Service général des Arts de la Scène