domenica 2 settembre 2018

Istanbul, giovedì 6 settembre Fabio Petretti Quartet concerto jazz

Ingresso libero. Prenota qui.

Sassofonista compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, Fabio Petretti (P3T) nella sua ormai trentennale carriera ha collaborato come performer con vari musicisti fra i quali: Evan Parker, Kenny Wheeler, Slide Hampton, Jimmy Cobb, George Russell, Gato Barbieri, Stefano Bollani, Bebo Ferra, Paolo Fresu, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Franco Cerri, Tomaso Lama. 
Nel 2010 ha fondato la “ITALIAN JAZZ ORCHESTRA” un gruppo flessibile composto dai 18 ai 25 elementi (archi, fiati e ritmica) per la quale ha composto e diretto la suite “Crystal Wall Jazz Suite”, ottimo esempio di contaminazione fra diversi linguaggi dove si scorgono forme classiche associate al blues, al funk, alla musica latina e mediorientale. Nel 2017 è uscito il CD del Fabio Petretti Quartet feat. Bebo Ferra chitarra “Petretti Sound”. Attualmente insegna presso il Conservatorio Statale di Musica “F. Venezze” di Rovigo sia saxofono classico che jazz. La forte personalità di P3T, votata da sempre alla ricerca, si alimenta percorrendo diverse strade: performativa, compositiva e didattica.

Michele Francesconi, diplomato in pianoforte e in musica jazz. Ha insegnato nei conservatori e nel 2015 ha pubblicato il libro Pianoforte Complementare in Stile Pop-­Jazz. Tra le pubblicazioni discografiche segnaliamo: TWICE, Abeat Records, 2011; LA DONNA DI CRISTALLO di Cristina Zavalloni & Radar Band, Egea, 2012; SKYLARK, Zone di Musica, 2013; BOLOGNA SKYLINE di Andrea Ferrario & Michele Francesconi, Alfa Music, 2015; SONGS di Michele Francesconi e Laura Avanzolini, Alfa Music, 2017. Ha suonato in numerose rassegne e jazz club. È direttore artistico dello Zingarò Jazz Club di Faenza.

Paolo Ghetti, contrabbasso, basso elettrico. Dotato di un fisico gracile e minuto, rischia di rimanere nascosto dietro alla sagoma ingombrante del suo contrabbasso, se non fosse per la sua potente cavata e la grande padronanza tecnica, che all’occhio del pubblico lo trasformano in strumento affascinante e seducente. Durante il suo lungo percorso come sideman, il bassista Paolo Ghetti ha affiancato colleghi importanti come Pat Metheny, Peter Erskine, Pat Martino, Dee Dee Bridgewater, Lee Konitz, Kenny Wheeler, John Taylor, Dave Liebman, George Russel, John Riley, Enrico Rava, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, etc. ricercando in ogni occasione l’arricchimento musicale e umano che lo hanno portato a una grande versatilità, solidità ritmica, interplay, senza cadere mai nell’esibizionismo di bravura, usando sempre sapientemente le sue doti al servizio della musica con buon gusto e sensibilità. All’ età di otto anni si avvicina alla chitarra, lasciandola dopo qualche anno per lo studio del clarinetto e parallelamente del basso elettrico, approdando solo verso i vent'anni a quell’ “enorme” contrabbasso che gli regalerà grandi soddisfazioni. Dopo aver inciso oltre 50 CD, Paolo Ghetti decide di uscire dal solo ruolo di grande accompagnatore per cimentarsi nella direzione di un gruppo, sia come compositore, arrangiatore e quindi leader. Nasce così “PROFUMO d’AFRICA”, primo lavoro discografico a proprio nome, con un sound ricco di grooves in equilibrio fra ritmi jazz, africani,latini e funky. Nell’ultimo decennio dedica parte della sua attività musicale alla didattica, nei corsi di jazz.

Stefano Paolini, batteria – clarinetto – compositore & arrangiatore. Ha studiato batteria sotto la guida di Baldo Turci, Ubaldo Rivi e Alfredo Golino. Si è diplomato in clarinetto e in musica jazz. Nel 1993 ha vinto le selezioni per il corso di formazione professionale per orchestra jazz (O.F.P.), tenuto da George Russell, Kenny Wheeler, Mike Gibbs, Bruno Tommaso. Nel 1994/95 è stato presente nel corso in qualità di insegnante. Ha partecipato con formazioni varie, a jazz festivals italiani ed esteri. Collabora con vari musicisti, big band e piccole formazioni: Eumir Deodato, Dee Dee Bridgewater, Bob Mintzer, Fabrizio Bosso, Stefano Bollani, Michel Portal & Orchestra sinfonica Arturo Toscanini, Enrico Pieranunzi, Mario Biondi. E’ docente di batteria jazz presso i conservatori.

Informazioni
Data: Gio 6 Set 2018

Orario: Dalle 19:00 alle 20:30

Ingresso : Libero
Fabio Petretti Quartet, concerto jazz

Teatro della Casa d’Italia

6 settembre, 19:00

Fabio Petretti, sassofono 

Michele Francesconi, pianoforte 

Paolo Ghetti, contrabbasso

Stefano Paolini, batteria