martedì 4 settembre 2018

ANTONELLA FERRARI MADRINA DELLA NUOVA AVVENTURA IN MARE DE LO SPIRITO DI STELLA

Conclusa la pausa estiva, il catamarano di Andrea Stella è pronto per la sua risalita della penisola italiana: lo Spirito di inclusione riparte il 5 settembre da Rosignano con l’attrice Antonella Ferrari nel ruolo di madrina.
Ad Ostia ci eravamo lasciati così: 3 mesi in mare, 11 tappe all’attivo, decine di Open-Days e centinaia di ospiti saliti a bordo. In questo scorcio di fine stagione, placato il caldo estivo e ricaricate le energie, Lo Spirito di Stella si prepara alla risalita marittima in direzione Genova. Il viaggio riprende da Rosignano, tappa numero dodici delle quindici previste, che ospiterà Wheels on Waves ed il suo equipaggio da mercoledì 5 a sabato 8 settembre presso il Porto Turistico Marina Cala de’ Medici: una struttura di eccellenza e all’avanguardia, situata in un suggestivo tratto della costa Toscana, fra Castiglioncello e Rosignano, che accoglierà per il secondo anno consecutivo il Team WoW. “Così come lo scorso anno, Marina Cala de’ Medici ha appoggiato con entusiasmo questo progetto, che promuove i diritti delle persone con disabilità coinvolgendole in un’esperienza unica ed indimenticabile. Siamo molto felici di ospitare nuovamente il catamarano ed il suo straordinario equipaggio capitanato da Andrea Stella e speriamo che la tappa da noi possa coinvolgere tutta la cittadinanza, che potrà conoscere la sua storia e visitare il catamarano. Cala de’ Medici, così come altre strutture, è stato scelto come tappa proprio in virtù della sua modernità, accessibilità e fruibilità a favore dei disabili in carrozzina, e di questo siamo molto fieri, anche se ci impegneremo a fare sempre meglio perché è sempre possibile ed, anzi, doveroso, migliorarsi per essere completamente fruibili alle persone con disabilità”, afferma Matteo Italo Ratti, AD e Direttore del Cala de’ Medici. L’evento vanterà una madrina d’eccezione: Antonella Ferrari, attrice e scrittrice, da anni impegnata nella lotta contro la sclerosi multipla. Dopo essere entrata nel cuore degli italiani con la soap opera Centovetrine, ha partecipato ad altre numerose fiction di successo e lavorato con maestri del cinema italiano, tra cui Pupi Avati nella miniserie Un matrimonio. Ha scritto il romanzo autobiografico Più forte del destino – Tra camici e pailettes (edito da Mondadori), in cui ripercorre la sua vita, le sue lotte e le sue vittorie nonostante la malattia. Dal libro è stato tratto l'omonimo spettacolo teatrale, che continua a portare in giro per l'Italia facendo registrare ovunque sold-out. L’energia con cui ogni giorno affronta la sclerosi multipla è la stessa che mette sul palco. “Conosco Andrea Stella da tanti anni. La nostra amicizia è nata proprio grazie a campagne sociali nelle quali abbiamo messo entrambi anima e corpo. WoW è un progetto magnifico che ho sposato dall’inizio, anche se gli impegni lavorativi mi hanno impedito di salire a bordo fino ad oggi“. Una ripartenza ricca di appuntamenti ed eventi, sia a bordo che in banchina: mercoledì 5 settembre vestiranno i panni di autentici velisti gli atleti disabili del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa (GSPD) per un’uscita al largo del porto di attracco; un significativo momento di aggregazione a dimostrazione di come lo sport sia sinonimo di universalità ed indipendenza. Giovedì 6 settembre alle ore 10:00 giornalisti, stampa ed autorità locali saliranno a bordo del catamarano per salutare e supportare il progetto WoW: un’occasione per ricordare le finalità di questa iniziativa e ribadirne l’importanza sociale. La giornata di venerdì 7 settembre sarà dedicata al dibattito sul ‘Design for All’, concept con cui ci si riferisce ad una moderna metodologia progettuale ad ampio spettro che ha per obiettivo la progettazione e la realizzazione di edifici, prodotti e ambienti accessibili ad ogni categoria di persone. Grazie alla presenza di professionisti del settore dell’architettura, dell’interior design e del management avrà luogo una tavola rotonda in cui si cercherà di capire come sia possibile predisporre un ambiente ‘universale’, ovvero confortevole, sicuro e qualitativamente migliore per tutti i potenziali utilizzatori. I partecipanti alla giornata sono stati selezionati dai main sponsor Estel Group, storico brand Italiano di arredamento di Design, specializzato nella progettazione e produzione di ambienti d’ufficio, e Schüco Italia, specialista dell’involucro edilizio che progetta e realizza sistemi in alluminio per finestre, porte e facciate in grado di soddisfare i più elevati requisiti in termini di design, comfort, sicurezza ed efficienza energetica. Architetti, contractor ed importanti clienti legati ai due brand metteranno a disposizione la loro professionalità ed esperienza nel dibattito: “Progettare ambienti universalmente accessibili non è più semplice opzione, ma vera e propria necessità; è questa la progettazione del futuro che risponderà alle esigenze di ogni individuo. Anziani, bambini e persone affette da disabilità: chiunque dovrebbe poter accedere a spazi privati e pubblici in maniera semplice ed immediata - sottolinea Massimo Stella, sales director di Estel Group - e quale miglior cornice del primo catamarano completamente accessibile per promuovere un domani privo di barriere architettoniche!?”. Da non dimenticare gli eventi in banchina: Rigoni di Asiago vi aspetta nel suo stand per un assaggio delle tipiche marmellate biologiche e della celebre Nocciolata il 7 e l’8 settembre. Per tutta la durata della tappa sarà presente anche Klaxon Klick, leader nel settore degli ausili per la mobilità: un’occasione per provare i dispositivi Klick, innovativi devices interfacciabili con qualsiasi carrozzina manuale. La parentesi toscana si concluderà sabato 8 settembre; le “ruote sulle onde” continueranno il loro percorso con un nuovo equipaggio, nuove avventure, una nuova meta: La Spezia. Carichi di entusiasmo e sempre più consapevoli della loro missione, il Team WoW ripartirà alla volta della sua tredicesima tappa per divulgare lo Spirito di Universalità in favore dei diritti delle persone disabili.
Foto di Nicola Allegri