mercoledì 11 aprile 2018

Palermo, operatori di Medici Senza Frontiere si raccontano

Sono ragazzi che vogliono spendere il loro tempo per gli altri, spiegano alla gente le operazioni di MSF sul campo facendo capire il ruolo fondamentale di assistenza medica svolto in favore di chi ha bisogno.
di Joey Borruso - Alcuni operatori incaricati di Medici Senza Frontiere sono impegnati in questi giorni a Palermo per svolgere attività di sensibilizzazione. Abbiamo incontrato quattro di loro e con tanta passione ci hanno raccontato di cosa si occupa MSF e l’utilità sociale della loro missione. Sono giovani con esperienze e professionalità diverse che si vogliono spendere per una giusta causa!
Si organizzano attività di sensibilizzazione ed eventi di raccolta fondi nelle principali piazze e grazie alla sensibilità degli esercizi che li ospitano.
Alle iniziative sono sempre coinvolti gli operatori umanitari della regione, sia per incontri di formazione sia per mantenere un filo diretto, attraverso i loro racconti, con le operazioni di MSF sul campo.
“Le attività di assistenza medica sono il fulcro della nostra azione. Interveniamo a favore di popolazioni che hanno bisogno immediato di assistenza sanitaria, sia in caso d'emergenza sia in situazioni di cronico mancato accesso alle cure. Nel corso degli anni, abbiamo sviluppato competenze nei più svariati ambiti della disciplina medica, occupandoci di chirurgia di guerra e ordinaria, di malnutrizione, salute primaria, cure ostetrico-ginecologiche, HIV/AIDS, Tubercolosi, malattie tropicali dimenticate ed epidemie. In molti di questi ambiti, siamo riconosciuti come interlocutori esperti dai Ministeri della Salute dei Paesi in cui lavoriamo e a livello internazionale”, come riporta il sito ufficiale di Medici Senza Frontiere.