giovedì 25 gennaio 2018

Cinema, “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri” è film davvero bello e molto ben fatto. La recensione di Fattitaliani

Recensione di Andrea Giostra. “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri” è film davvero bello e molto ben fatto. Un film nel quale sono le emozioni forti, il carattere determinato dei protagonisti, la sceneggiatura brillante e di una originalità veramente incisiva, un cast di attori bravissimi e di altissime capacità recitative nel saper vestire perfettamente i panni dei loro personaggi, a renderlo un vero capolavoro. Sono infatti questi gli ingredienti cinematografici privilegiati che McDonagh mette insieme con vera genialità. Tra tutti gli attori, una potente standing ovation va certamente a Woody Harrelson (Lo sceriffo Bill Willoughby), Sam Rockwell (L'Ufficiale Jason Dixon), Frances McDormand (Mildred Hayes).

Il film tratta temi difficili, ma al contempo contemporanei, colorati di sofferenza, dolore, perdita, abbandono, vendetta, paura, razzismo, altruismo, amore, perdono, comprensione… Tutti maneggiati con una classe narrativa e recitativa sorprendenti.
Basterebbero queste parole per definire “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri” una bellissima “commedia nera”, un eccellente western dei nostri giorni, di quelli che non si vedevano nelle sale cinematografiche da secoli.
Il merito, non ci sono dubbi, è tutto del suo principale artefice, Martin McDonagh, produttore, sceneggiatore, regista di questa produzione. Le recentissime 7 nomination agli Oscar, dicono tutto quello che non scriveremo qui: miglior film, migliore attrice protagonista, due nomination come migliore attore non protagonista, migliore sceneggiatura originale, miglior montaggio, miglior colonna sonora.


Mildred Hayes è una madre di una piccola cittadina del Missouri, Ebbing, alla quale hanno ucciso la figlia. Dopo sette mesi dal delitto, la polizia locale non è riuscita a trovare nessun colpevole, non è riuscita ad eseguire nessun arresto. Disperata, per richiamare l’attenzione dei media e delle autorità locali, Mildred decide di acquistare tre spazi pubblicitari, proprio in prossimità di dove è avvenuto il delitto, facendo scrivere, in nero su rosso, tre frasi: “Come va, Sceriffo Willoughby?”, “Ancora nessun arresto?”, “Violentata mentre moriva”.
Il seguito è da vedere nelle sale cinematografiche.
 Leggi qui gli articoli di Andrea Giostra
Scheda:
Titolo originale: “Three Billboards Outside Ebbing, Missouri”
Regia di Martin McDonagh
Produzione Graham Broadbent, Peter Czernin, Martin McDonagh, Diarmuid McKeown, Bergen Swanson
Distribuzione 20th Century Fox
Sceneggiatura Martin McDonagh
Musiche di Carter Burwell
Con Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Abbie Cornish, Lucas Hedges, Zeljko Ivanek, Caleb Landry Jones, Clarke Peters, Samara Weaving, John Hawkes, Peter Dinklage, Kathryn Newton, Kerry Condon

ANDREA GIOSTRA