venerdì 22 settembre 2017

Stefano Benni legge Lolita al Teatro Marconi 23 settembre per Progetto Lunga Vita

Stefano Benni è ospite del Progetto Lunga Vita, la manifestazione organizzata da Tradizione Teatro che dal 18 fino al 24 settembre vedrà susseguirsi ogni giorno per oltre quattordici ore consecutive spettacoli teatrali, proiezioni, retrospettive, balletti, esposizioni artistiche, performance, meeting, residenze e workshop. Il 23 settembre grande attesa per l'appuntamento con Stefano Benni. Lo scrittore bolognese alle 21 sul palco del Teatro Marconi, legge Lolita di Vladimir Vladimirovic Nabokov

Lolita, libro scandaloso, chiacchierato e frainteso, citatissimo e misterioso. Un libro che vive nel luogo comune un po’ torbido dell’ambiguità di una ninfetta, e nel vergognoso desiderio di un uomo maturo. Filtrato dal bellissimo film di Kubrick, che però ne fece una sua personalissima, ironica rivisitazione, Lolita è molto più della sua sulfurea fama. È anche un libro scandaloso, ambiguo e inquietante ma è soprattutto un grande libro sull’amore, sulla dannazione della bellezza e della passione senza età, senza limiti, senza salvezza o sollievo. È un libro sull’Europa e sull’America, e sul loro attrarsi e corrompersi. Sulla volgarità e sulla inviolabile dolcezza della gioventù. Sugli opposti fantasmi del desiderio e del decoro maschile. Un libro che finisce con la dichiarazione d’amore eterno di Humbert a Lolita invecchiata, sposata, ferita dalla vita.

STEFANO BENNI LEGGE LOLITA
23 settembre ore 21.00
Teatro Marconi
Viale Guglielmo Marconi 698E
06.5943554 / info@teatromarconi.it
Biglietti:
€16,00 intero
€13,00 ridotto (under 35 e over 65)
gratis under 18

PROGETTO LUNGA VITA
Direzione Artistica / Davide Sacco
Direzione Organizzativa / Ilaria Ceci
Direzione Tecnica / Francesco Barbera
Organizzazione / Francesca Cannizzo, Agnese Ciaffei, Giorgio Gafforio
Ufficio stampa / Rocchina Ceglia
cell. 346.47.83.266
mail. comunicazione@teatromarconi.it

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.