martedì 25 ottobre 2016

Bullismo e scuola, video anti-bulli diventa virale: mezzo milione di visualizzazioni

Il video si intitola “Bocche chiuse perché furiosi”, è stato proiettato per la prima volta lunedì scorso a Roma, presso il Teatro Palladium, per presentare il movimento anti bullismo “Mabasta” alla Presidente della Camera Laura Boldrini e al Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini.

Tre giorni dopo (giovedì) i 15 ragazzi della 2°A dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce l’hanno pubblicato sulla loro pagina Facebook e, oltre a comportare un aumento di altri 3.000 like alla pagina (oggi ne conta oltre 21.000), il video è iniziato ad entrare in una insperata ed inimmaginabile spirale di condivisioni e visualizzazioni.
Oggi il video conta 1.276.673 persone raggiunte - 491.254 visualizzazioni - 13.076 condivisioni.
Pertanto, non solo i video brutali, con pestaggi, spintoni, insulti e soprusi tra ragazze e ragazzi, sanno fare grandi numeri, anche un breve filmato di poco più di un minuto, con un messaggio chiaro di protesta contro ogni forma di bullismo, girato a scuola con un semplice telefonino è in grado di attirare la grande attenzione dei giovani e non solo. I vari commenti ne sono la conferma.
«Questo per noi - dichiarano i ragazzi - è un segnale molto positivo e ci incoraggia ad andare sempre più avanti nel contagiare in Italia quante più scuole possibile, con operazioni come le “classi debullizzate”, i “bulliziotti” e “calciamo il bullismo”.»

Nessun commento:

Posta un commento

COMMENTI
Attenzione: tutti i commenti anonimi verranno moderati e pubblicati solamente dopo l'approvazione della redazione di Fattitaliani.it.