Funghi Ladri: “La nostra musica lancia un messaggio di fratellanza e solidarietà”. L’intervista di Fattitaliani

I Funghi Ladri sono nati nel 1997, inizialmente composti da due elementi. Dopo un anno di collaborazioni, però, il duo si è disciolto ed MD ha proseguito da solo alla ricerca di nuove sonorità e nuovi spunti, per un rap sempre più innovativo e accattivante. Nel 1999 l’incontro con Corrado Villa: musicista e arrangiatore di comprovata esperienza. Nei primi mesi del 2003, MD ha trovato l’intesa con il successivo arrangiatore dei “Funghi”, Giovanni Farese, che è terminata dopo circa 2/3 anni: da tale momento MD si è dedicato del tutto anche agli arrangiamenti dei propri brani. Nello stesso anno, poi, l’amicizia storica di MD con il cantante e chitarrista Marcello Vitale, si è trasformata in una collaborazione artistica dai tratti innovativi e dai risultati davvero proficui. Da allora la melodia e la musicalità hanno caratterizzato le creazioni artistiche dei Funghi Ladri, fondendosi con testi e metriche di rilievo. Continue le collaborazioni con il cantante Gabriele Saurio, con la cantante Annalisa Burzio e con il chitarrista Fabio Calamita.


In occasione dell’uscita del nuovo singolo "Emergenza", abbiamo intervistato i Funghi Ladri.

 

Ciao, grazie di essere qui con noi. Parlaci di te e di come è nata la tua passione per la musica?

La musica è cresciuta con me, da quando avevo 7/8 anni.

Un mio carissimo cugino mi raccontava ultimamente che, quando eravamo in vacanza insieme, da ragazzini, con le nostre famiglie, non aveva ricordi di me che non fossero con le cuffie sulle orecchie, per ascoltare musica.

Il mio rapporto con la musica è simbiotico: credo inoltre che la musica abbia a volte poteri mistici.

E difatti comunemente si parla di cori angelici e musica celestiale...

 

Qual è il messaggio che vuoi lanciare con la tua musica?

Un messaggio di fratellanza e solidarietà, di verità e passione.

 

Quali musicisti hanno ispirato il tuo stile?

Se parliamo di contenuti e testi, ci sono certamente molti cantautori italiani che stimo, come Pino Daniele, Francesco De Gregori, Daniele Silvestri, Caludio Baglioni e lo stesso Caparezza.

Se parliamo, invece, di musica, i miei maggiori ispiratori sono stati 2Pac e B-Real dei Cypress Hill.

 

Di cosa parla il tuo nuovo singolo e cosa vuole trasmettere?

EMERGENZA racconta di come il Sud Italia ed il suo popolo si sentano troppo spesso screditati senza motivo, per assenze, carenze e ritardi generati ad arte da un'unita D'Italia, che è stata più opera di colonizzazione da parte dei Savoia, che altro.

Ricordiamo infatti come, prima dell'Unità d'ITalia, il Regno delle Due Sicilie (l'attuale Sud italia)

fosse il secondo più ricco e potente d'Europa, dopo la sola Inghilterra.

Dopo poco più di un secolo e mezzo, ci ritroviamo nella povertà più assoluta. Come è possibile?


Al singolo si accompagna anche un videoclip. Ce ne vuoi parlare?

Il videoclip di Emergenza racconta di uno scontro in ambienti massonici, dove la criminalità organizzata e la politica corrotta, si affrontano a colpi di morra cinese, per poi trovare un accordo su come "divorare" il Sud Italia. Per saperne di più, dovrete andarlo a vedere, il videoclip...

 

Che progetti hai per il futuro?

È una domanda che dovrei iniziare a pormi...

Scherzo! A breve uscirà il nuovo singolo dei Funghi Ladri!

 


Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top