martedì 13 luglio 2021

Teatro Quirino, con la nuova stagione si torna "a riveder le stelle"

E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE è lo slogan coniato dal TEATRO QUIRINO Vittorio Gassman.
Dopo un anno e mezzo di chiusura, finalmente si festeggiano i 150 anni della nascita. Il Teatro fu fondato nel 1871.Si torna a fare Teatro dopo mesi di astinenza non solo per chi ci lavora ma anche per il pubblico che per ogni attore rappresenta l’ossigeno per andare avanti. Molti gli spettacoli in scena perché sono stati recuperati anche quelli che non erano stati rappresentati causa pandemia.  

La stagione è divisa in due parti, il prologo che va dal 24 settembre al 31 ottobre in cui tra gli altri spettacoli sarà in scena Agnese Fallongo con la nuova edizione di “Letizia va alla guerra”, “Maradona concerto” con Claudio Palma e Danilo Rea uno dei più grandi pianisti italiani, Laura Marinoni e Stefano Santospago con “La divina Sarah” omaggio a Sarah Bernhardt. 

La stagione in abbonamento comincerà il 2 novembre con Gabriele Lavia che cura anche la Regia e Federica Di Martino in “Le Leggi della gravità”.

Dal 16 al 22 novembre “Tartufo” di Molière con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina e Roberto Valerio che ha adattato il testo e cura anche la Regia.

Dal 21 dicembre Emilio Solfrizzi in “Il malato immaginario” di Molière (nella foto).

Dal 15 marzo “Se devi dire una bugia dilla grossa” di Ray Cooney, versione italiana di Iaia Fiastri con Antonio Catania,Gianluca Ramazzotti e Paola Quattrini. 

Dal 5 aprile, Marco paolini in  “Ulisse Filò”.

Dal 19 aprile “La Classe” di Vincenzo Marino con Andrea Paolotti e Claudio Casadio. 

Dal 26 aprile “Mimì da Sud a Sud “ sulle note di Domenico Modugno di Mario Incudine.

Dal 3 al 15 maggio sarà “Buoni da morire” di Gianni Clementi a chiudere la stagione.

In scena Pino Quartullo, Debora Caprioglio e Gianluca Ramazzotti per la regia di Emilio Solfrizzi. 

Per tutti gli altri spettacoli potete consultare il sito: www.teatroquirino.it  

Elisabetta Ruffolo