mercoledì 17 febbraio 2021

Canzonando, La Gatta di Gino Paoli: un brano autobiografico

La Gatta di Gino Paoli
oggi a "Canzonando" dedicato ai gatti, di cui ricorre oggi la giornata internazionale.
La gatta è stata pubblicata nel 1960 dall'autore stesso e da Little Tony nel singolo La gatta/Pericolo blu. Nel 1961 l'autore lo incluse nell'album eponimo. La canzone, inizialmente non fu particolarmente apprezzata, ma col tempo diviene una hit e pian piano diventa uno dei brani più famosi dell’interprete e della storia della musica Italiana. 
La gatta è un brano autobiografico uscito su dischi Ricordi nel 1960; a quel tempo l'autore non era ancora iscritto alla SIAE, per questo nei crediti delle varie versioni del disco figurano Bacal (pseudonimo dello stesso Paoli) e Mogol. L'anno successivo nel suo album è registrato con la firma corretta del solo Paoli.

L’inizio della canzone rievoca una favola per grandi e piccini e parte subito accattivante con quel c’era una volta una gatta, una gatta che ha una macchia nera sul muso. La casa che lascia il cantante era a Genova e più precisamente a Boccadasse, dove lui aveva vissuto per alcuni anni in Salita Santa Chiara, per andare a Roma a cercare fortuna. E dopo il successo, diventato ricco, abita in una bella casa eppure rimpiange la vecchia soffitta, quella gatta e quella stellina.

Paoli nel 2012 ispirato dal testo ne fa un libro illustrato per bambini di età prescolare: 
  • Gino Paoli, La Gatta. Una storia scritta, cantata e disegnata da Gino Paoli, Editore: Gallucci, 2012 ISBN 978-88-6145-404-0
. (wikipedia)

Il testo
C'era una volta una gatta
Che aveva una macchia nera sul muso
E una vecchia soffitta vicino al mare
Con una finestra a un passo dal cielo blu
Se la chitarra suonavo
La gatta faceva le fusa ed una
Stellina scendeva vicina, vicina
Poi mi sorrideva e se ne tornava su
Ora non abito più là
Tutto è cambiato, non abito più là
Ho una casa bellissima
Bellissima come vuoi tu
Ma io ripenso a una gatta
Che aveva una macchia nera sul muso
A una vecchia soffitta vicino al mare
Con una stellina, che ora non vedo più
Ora non abito più là
Tutto è cambiato, non abito più là
Ho una casa bellissima
Bellissima come vuoi tu
Ma io ripenso a una gatta
Che aveva una macchia nera sul muso
A una vecchia soffitta vicino al mare
Con una stellina, che ora non vedo più