martedì 13 ottobre 2020

La cantautrice MaMi a Fattitaliani: vorrei trasmettere con ironia e leggerezza dei messaggi condivisibili. L'intervista

Disponibile sul canale YouTube di Mami “Non voglio stare su Meetic”, il brano d’esordio della cantautrice vibonese (video). Il videoclip, realizzato dal produttore e regista Giovanni Ferraro detto Marvin, con un approccio ironico e leggero, racconta la storia di una donna che decide di utilizzare la nota applicazione “Meetic” per ricercare la sua anima gemella. Mami descrive così il suo singolo: “L’arma vincente sull’amore del 21esimo secolo sono il mouse del pc e il dito che scrive sullo smartphone? Questa è la domanda che ha fatto nascere in me l’esigenza di scrivere questo brano.” - continua la cantautrice - “Il testo della mia canzone vuole far riflettere, in modo ironico, sulla nostra evoluzione umana e, soprattutto, sulla complessità nel socializzare e nel comunicare nei tempi moderni. Abbiamo perso il piacere di un incontro in presenza? O ancora no? Forse, per tornare a goderne a pieno, basterebbe tornare a parlare senza digitare.” Il brano è stato registrato a Vibo Valentia al dDRecords Studio mentre l’arrangiamento e la produzione è affidata al Maestro Clemente Ferrari, noto nel circuito discografico per aver collaborazioni artistiche di rilievo come Max Gazzè, Fiorella Mannoia e molti altri.

La tua canzone è una riflessione sull'uso incontrollato di certe app e social network. Personalmente che uso ne fai?

Uso i social come fanno tanti ma sicuramente non in modo spropositato. 

Rispetto a prima, è cambiato il tuo modo di utilizzarli?

No, sostanzialmente è sempre lo stesso. Qualcosa in più solo per capire se ciò che ho scritto piace, perciò smanetto di più su Youtube.


Musicalmente sono anche utili a farsi pubblicità e linkare post: quali altri vantaggi riconosci al mondo del web?

Il web è anche utile per sentire vicine le persone che sono lontane da noi e ad imparare a cucinare (ride, ndr)

Quali sono i tuoi riferimenti musicali su cui ti sei formata?

Ne ho tantissimi ma mi soffermo sul cantautorato italiano da Lucio Dalla a Battisti, Pino Daniele, De Gregori, De Andrè e tanti altri. 

Quali invece i principi su cui pensi di basare interamente il tuo percorso?

Riuscire a trasmettere con ironia e leggerezza dei messaggi condivisibili. 


“Non voglio stare su meetic” prelude a un album che lo contiene?

Sto lavorando su altri brani perciò spero di fare presto il punto della situazione.

In che cosa soprattutto coincidono Mami artista e Mami persona?

MaMi e Matilde coincidono sull'ironia, sulla libertà di esprimere ciò che le rappresenta. Giovanni Zambito