venerdì 17 luglio 2020

Nell’antro della strega. La magia in Italia tra racconti popolari e ricerca etnografica di Alessandro Norsa


Nell’antro della strega. La magia in Italia tra racconti popolari e ricerca etnografica è un saggio di antropologia e sociologia che ha lo scopo di illustrare con chiarezza le peculiarità della stregoneria contadina. 

L’autore, lo psicoterapeuta Alessandro Norsa, già attivo nel campo della saggistica con diverse opere legate al mondo della magia popolare, ha deciso di intraprendere questo percorso di ricerca già nel 1982: negli ultimi decenni ha infatti svolto indagini sul campo intervistando circa duecento anziani che hanno parlato del loro rapporto con la magia e con la stregoneria. Un sistema magico profondamente connesso al territorio, si potrebbe dire di natura scaramantica, perché legato al mondo contadino e alla necessità di dominare le forze della natura. È qui presentato un complesso di riti e di credenze narrato da chi si è sporcato le mani personalmente, e da chi ha creduto nella potenza della parola magica. L’autore fa un’esauriente introduzione in cui spiega il ricorso alla magia dal punto di vista antropologico e psicologico, partendo dalle rappresentazioni degli uomini primitivi, che già in sé erano espressione di un tentativo di controllare una realtà ostile, e raccontando poi l’evoluzione del pensiero e del gesto magico sino all’affermarsi dell’Illuminismo. Attraverso le testimonianze degli intervistati, l’autore ci permette di avvicinarci a un mondo da sempre oggetto di scetticismo, che invece sembra decisamente concreto e significante, e legato a doppio filo alla natura stessa dell’uomo. Come Norsa afferma: “Il senso della ricerca non è quello di influenzare il lettore nel credere o meno nella magia, poiché l’opinione è direttamente connessa a motivazioni che si trovano nel profondo dell’animo. A nostro parere, il concetto di magia, da una parte è intimamente connesso con quello dei limiti umani, dall’altra con quello di animismo”. La nascita della magia è quindi legata a dei bisogni tangibili che attraverso i rituali venivano in qualche modo soddisfatti: che fosse semplicemente la necessità che piovesse per il bene dei raccolti, o il desiderio di riparare a un torto subito, la nascita della magia ha permesso all’uomo di interfacciarsi con la natura e persino con il divino avendo la sicurezza di poter essere parte attiva in un dialogo tra forze altrimenti sbilanciate. Nell’opera si tratta di magia bianca e di magia nera e di tutto ciò che ne consegue, e un occhio di riguardo è riservato alle affascinanti testimonianze dirette, e al valore e al significato che ogni persona ha attributo alla stregoneria e alla ritualità ad essa associata.


Titolo: Nell’antro della strega
Autore: Alessandro Norsa
Genere: Saggistica/Storia delle religioni - magia
Casa Editrice: Edizioni LiberAmente
Pagine: 272
Prezzo: 18,00
Codice ISBN: 978-88-275-19-226

Contatti