lunedì 9 dicembre 2019

Quel che manca di te di Elena Moretti. L'intervista di Fattitaliani per Segnalibro

L'Amore, quello con la A maiuscola, quello in grado di cambiarti la vita, di unire due mondi apparentemente agli antipodi, è il protagonista di Quel che manca di te (Mursia, pagg. 520, Euro 18,00), il nuovo romanzo di Elena Moretti, che torna in libreria dopo il successo, con oltre 20.000 copie vendute, di Quasi a casa, vincitore della prima edizione del Premio Letterario RTL 102.5 e Mursia Romanzo Italiano. “Sono felicissima ed emozionata per la pubblicazione del mio nuovo romanzo”, commenta Elena Moretti. “Vincere il Premio nel 2017, la pubblicazione del mio primo romanzo e la pubblicità che ne è seguita, il successo di vendite, mi hanno dato la spinta per continuare a coltivare la mia passione per la scrittura e credere in quello che faccio. In questo nuovo romanzo è l’amore a cambiare radicalmente la vita dei due protagonisti in un incontro-scontro ricco di colpi di scena. Sono certa che i miei lettori non rimarranno delusi.”. L'autrice è oggi ospite di Fattitaliani per la rubrica "Segnalibro". L'intervista.
Quali libri ci sono attualmente sul suo comodino?
"L'amico giusto" di Marco Cesari e "Le avventure di Oliver Twist" di Dickens.
L'ultimo "grande" libro che ha letto?
"Jane Eyre" di Charlotte Bronte
Chi o cosa influenza la sua decisione di leggere un libro?
La copertina e il riassunto sul retro della stessa.
Quale classico della letteratura ha letto di recente per la prima volta?
"Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen  e, appunto, "Oliver Twist" che è in corso di lettura.
Secondo lei, che tipo di scrittura oggi dimostra una particolare vitalità?
Fumetti.
Personalmente, quale genere di lettura Le procura piacere ultimamente?
Manga come "Fullmetal Alchemist", "Dimension W"...
L'ultimo libro che l'ha fatta sorridere/ridere, commuovere, arrabbiare? 
"Le stelle di Lampedusa" di Pietro Bartolo mi ha fatto provare tutto il ventaglio di emozioni possibili. Dalla rabbia e l'indignazione di fronte alle descrizioni di gente torturata in Libia, alla commozione e la voglia di piangere, per poi sorridere di gioia quando senti raccontare di gente che non si arrende e alla fine ce la fa, contro tutto e tutti e persino contro ogni logica aspettativa, grazie alla propria caparbietà e a una mano tesa.
Quale versione cinematografica di un libro l'ha soddisfatta e quale no?
Non mi soddisfatta "L'eleganza del riccio"; mi hanno soddisfatta tutti i film della serie "Don Camillo" con Gino Cervi e Fernandel.
Quale libro sorprenderebbe i suoi amici se lo trovassero nella sua biblioteca?
"Tre metri sopra il cielo" di Federico Moccia
Qual è il suo protagonista preferito in assoluto? e l'antagonista?
Protagonista: Edward Elric: Antagonista: L'omino nell'ampolla (entrambi da "Fullmetal Alchemist"); un altro protagonista che adoro è Hercule Poirot (dai gialli di Agatha Christie); Gli antagonisti tipicamente non mi fanno impazzire... L'omino nell'ampolla credo sia il più originale che abbia mai incontrato.
Lei organizza una cena: quali scrittori, vivi o defunti, inviterebbe?
Organizzare una cena?! Che sbatti!!! :P Probabilmente l'unico con cui starei serenamente a tavola è Giovannino Guareschi. Ma anche su Agatha Christie ci farei un pensierino...
Ricorda l'ultimo libro che non è riuscito a finire?
"Cosmolinea B-1", raccolta di racconti di fantascienza di Fredric Brown. I racconti sono troppo tristi: per intenderci, i miei figli li chiamavano "fiabe brevi che finiscono malissimo"...
Quale scrittore vorrebbe come autore della sua biografia?  
Probabilmente lo stesso Guareschi: semplice e diretto nel linguaggio, capace di far ridere senza mai essere volgare e capace di incantare i lettori anche quando da raccontare c'è ben poco, come nel caso della mia vita...
Che cosa c'è di Elena Moretti in "Quel che manca di te"?
L'autoironia della protagonista femminile: la sua incapacità di vestirsi, di truccarsi, di sentirsi adeguata sono le mie. Il suo stesso arsenale di trucchi è il mio, come mia è la sensazione di sentirsi una bietola vestita a festa quando cerca di mettersi in ghingheri. Non ho le sue esperienze di vita, ma gli occhi con cui si
guarda intorno e ironizza su se stessa e le cose sono i miei. Giovanni Zambito.

IL LIBRO
Quindicesimo libro della collana Leggi RTL 102.5, nata dalla collaborazione tra la casa editrice Mursia e la prima emittente radiofonica nazionale, Quel che manca di te racconta l’intreccio tra le vite di Eleonora, ragazzina sola al mondo e senza un soldo, e del ricco e famoso architetto Stefano Resentini, noto per la sua creatività e il suo algido distacco. Eleonora non ha filtri, dice sempre la verità e ha la spettacolare capacità di commettere una gaffe dopo l’altra. L’architetto, invece, è abituato a comandare, è ombroso, solitario e pieno di sensi di colpa per la sua vita passata. Un legame improbabile che porterà l’uomo a intraprendere un percorso di revisione del proprio cammino umano e professionale, e la ragazza, che ha accettato senza troppe paranoie lo strano ruolo di sostegno morale che lui le ha affibbiato e a fare i conti con se stessa e il suo modo di guardare la vita.
Si scontreranno e si allontaneranno, ma arrivati sul fondo cominceranno ad affidarsi l’uno all’altra, con una nuova coscienza di sé e del proprio valore. Troveranno insieme la vocazione nel ridare un volto nuovo, architettonico e solidale, alla loro città.
Il romanzo è stato presentato in anteprima venerdì 29 novembre al Mondadori Megastore di Via Marghera 28 a Milano. A presentarlo con Elena Moretti ci saranno i vincitori delle altre due edizioni del Premio Letterario RTL 102.5 e Mursia Romanzo Italiano, Christian Cavaciuti vincitore nel 2018 con BlowJim (Mursia, pagg. 252, Euro 17,00) e Marco Cesari, vincitore dell’edizione di quest’anno con L’Amico Giusto (Mursia, pagg. 264, Euro 17,00), in un incontro che vedrà i tre vincitori confrontarsi su come è cambiata la loro vita con la vittoria del Premio e l’esser diventati finalmente scrittori.
L'AUTRICE
Elena Moretti, nata a Macherio nel 1977, è cantante da doccia, divoratrice cronica di fumetti e amante di cinema d’animazione. Appassionata da sempre di tutte le discipline scientifiche, è laureata in Farmacia. Sposata, ha due figli e lavora part-time come farmacista. Ha fatto volontariato con adolescenti e disabili e si interessa ai problemi del disagio giovanile dell’affido. Con Quasi a casa ha vinto nel 2017 la prima edizione del «Premio Letterario RTL 102.5 e Mursia Romanzo Italiano».