venerdì 27 dicembre 2019

7 italiani su 10 indecisi sul party di Capodanno. Arrivano le regole per la serata perfetta

Tra la tavola imbandita e gli argomenti di discussione, spesso il tanto atteso Veglione di Capodanno rischia di diventare un flop per amici e parenti. Dal sottofondo musicale all’outfit passando per la drinklist, ecco le 5 regole da seguire secondo gli esperti

Solite discussioni a tavola tra calcio e politica, vestiti sfarzosi spesso eccessivi, tavolate apparecchiate non correttamente e portate distribuite in maniera casuale. Quasi 7 italiani su 10 (67%) non sanno come organizzare il Veglione di Capodanno, rischiando che l’appuntamento tanto atteso si trasformi in un flop. I maggiori dubbi riguardano il menù da preparare (55%), gli argomenti da trattare a tavola (49%) e i capi d’abbigliamento da indossare (41%). La location ideale della serata? Quasi la metà preferirebbe organizzarsi in casa (48%), mentre altri hanno intenzione di optare per locali con cenone e animazione (36%). Sulla tavola largo agli antipasti (45%) abbinati a cocktail facili da preparare in casa, per rendere speciale la serata.

È quanto emerge da uno studio condotto dall’osservatorio Sanbittèr Aperitivo Cool Hunting, effettuato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 2000 italiani di età compresa tra i 18 e i 65 anni, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, oltre che su un panel di 20 esperti tra specialisti del bon ton per capire come organizzare nel migliore dei modi il Veglione di Capodanno.

Come si apprestano gli italiani ad organizzare l’ultima sera dell’anno? Il 67% si sente sicuro o quasi certo di cosa farà, mentre il 33% si dichiara ancora in alto mare.
Le maggiori preoccupazioni? Riguardano l’incertezza sul menù da preparare (55%), con il dilemma tra cena a portate e aperitivo a buffet. Nel secondo caso è fondamentale unire al cibo dei cocktail studiati. Anche la scelta del giusto aperitivo, tra cui quelli analcolici, rappresenta secondo gli esperti un viatico per iniziare nel migliore dei modi il cenone (45%) e riscaldare l’atmosfera con il giusto approccio di festa e di divertimento (38%). L’importante è scegliere gusti che piacciano a tutti e che diano quel tocco di vivacità, anche cromatica, in grado di soddisfare tutti i commensali. Una volta dato il via alla cena, il momento topico della serata è senza dubbio il brindisi, magari con un buon cocktail di Capodanno. E se il classico brindisi di mezzanotte con spumante ha stufato, gli esperti di bon ton danno il loro via libera per sostituirlo tranquillamente con un pestato o un mix vincente. Altro pensiero riguarda gli argomenti di discussione (49%), spesso capaci di scaturire disagio e nei peggiori dei casi anche motivo di bisticci inopportuni. Gli argomenti più scomodi? Politica (41%), calcio/sport (34%) e situazione sentimentale (25%) nella top 3 degli argomenti tabù che le persone solitamente preferiscono evitare.

Ma quale sarà verosimilmente la location del Cenone di Capodanno? Il 48% degli italiani pensa di preparare il veglione nella propria casa, in un contesto familiare o tra amici. Il 36% è propenso invece a trascorrerlo in locali già organizzati con cenone e animazione. Città, mare o montagna? La maggioranza (39%) è incline a scegliere un contesto metropolitano, pronti poi a riversarsi presso le piazze cittadine dopo la mezzanotte per festeggiare con concerti e animazione fino all’alba. Altri (27%) opteranno per la casa o chalet di montagna, pronti ad impugnare gli sci il primo dell’anno e lanciarsi sulle piste dei maggiori comprensori italiani, mentre il 15% pensa di raggiungere la casa al mare, per gustarne la magia in pieno inverno.

Quali sono i piatti ai quali gli italiani non vogliono rinunciare a Capodanno? Il 59% non vorrebbe fare a meno degli antipasti (45%), sfiziosi e veloci da preparare, sempre apprezzati dagli ospiti che, oltre ad essere gustosi, non passano mai di moda.  Il pesce (44%) è un piatto molto apprezzato anche d’inverno, più al Sud (49%) che al Nord (39%). Il 38%, invece, vorrebbe proporre piatti a base di carne, molto apprezzati soprattutto nel Nordest-Italia. Dallo spezzatino all’abbacchio, difficile rinunciare ai sapori di casa.

Cosa rende tanto atteso un momento fatidico dell’anno come la notte di San Silvestro? Per la maggioranza (58%) rappresenta l’occasione migliore per trascorrere alcune ore in compagnia dei più stretti familiari, spesso distanti nel resto dell’anno. Per altri è pretesto per mangiare piatti particolari e succulenti (45%), senza preoccuparsi troppo della linea, e di scatenarsi festeggiando fino a tardi (35%) per lasciarsi alle spalle ansie e preoccupazioni dell’anno appena trascorso.

LE 5 REGOLE D’ORO PER IL PARTY DI CAPODANNO


1) ATTENTO A NON ANDARE FUORI TEMA: la serata di Capodanno deve essere perfetta e  deve restare per sempre nei ricordi delle persone. Si devono trattare argomenti piacevoli e condivisi da tutti. La politica è meglio dimenticarla per una sera, mentre il calcio può essere argomento di discussione per non più di 2 minuti, altrimenti si rischia di discutere o di escludere  delle persone dalla conversazione

2) L’ABITO FA LA FESTA: Casa o ristorante non fa differenza, il 31dicembre è un giorno speciale che ci accompagna verso un nuovo anno. Vestirsi bene è molto importante non tanto per gli altri, ma per noi stessi. In città spazio ad abito lungo per lei, pantalone e camicia per lui. In montagna pantalone di raso o di pelle, con maglione ricamato per lei e blazer classico indossato su un pullover girocollo o, per i più freddolosi, a collo alto.

3) NO MUSICA NO PARTY: il sottofondo musicale deve essere piacevole e selezionato. Deve tenere conto non solo dell’età media degli invitati, ma anche del contesto. Se il party è organizzato in famiglia, spazio ai grandi classici di Natale per i più piccoli e vecchie hit per i più grandi. Se il veglione è tra amici, spazio alle hit del momento, inframmezzate da grandi successi del passato che non devono essere necessariamente di stampo natalizio.

4) LA DISCREZIONE PRIMA DI TUTTO: quando incontriamo i nostri parenti o i nostri amici al Cenone, è importante dedicargli del tempo senza indagare troppo sulla vita personale. Fare troppe domande potrebbe mettere in difficoltà la persona cara, che in queste occasioni preferisce ricevere gesti affettuosi come un abbraccio e una parola di stima.

5) LA TAVOLA VUOLE LA SUA PARTE: La cura della tavola è importante non solo dal punto di vista estetico, ma anche dal punto di vista della proposta culinaria. Saper fondere insieme stile e qualità, senza cadere nell’esagerazione permette di accontentare tutti gli ospiti. Si deve proporre un menù o un buffet semplice, ma vario, fatto con prodotti di qualità e disposto su un ripiano ben ordinato. Il mix diventa perfetto se il cibo viene abbinato al cocktail adatto: l’importante è che sia facile da preparare in casa.