mercoledì 4 settembre 2019

Raiuno, Lorella Cuccarini: non sono l'ultima starlettina raccomandata

Lorella Cuccarini torna su Raiuno e inaugura un nuovo percorso professionale: da lunedì con Alberto Matano condurrà "La vita in diretta".
Alla conferenza stampa di presentazione ha colto l'occasione di rispondere a curiosità e critiche.
A cominciare dal suo rientro televisivo: "Non ho mai rinnegato quello che ho detto in passato e non lo farò certo ora anche se le mie dichiarazioni sono state strumentalizzate. La cosa più assurda è che sento l’indignazione per il fatto che sia rientrata in Rai, quasi fossi l'ultima starlettina raccomandata e non una professionista con una storia alle spalle”.
Sull'accusa reiterata di essere "sovranista" dice: "Chiedo un po' di onestà intellettuale, di fare un passo avanti, "credo di aver sempre avuto rispetto per le storie di tutti, spero che sia reciproco. Qualche anno fa Domenica in - Così è la vita, batteva sempre la concorrenza. Alla fine è stato cancellato. Io ero la conduttrice. In quel momento non mi pare di aver sentito l'indignazione. Allora mi sono dedicata al palcoscenico e grazie a Dio ho è andata benissimo. Avrei continuato a fare teatro se non avessi incontrato un direttore (Teresa De Santis di Rai 1 ndr) che mi avesse chiesto di entrare a far parte della sua squadra. Ho superato i 50 anni e lavoro da quando ne ho 18 con la stessa passione, determinazione e umiltà. Adesso voglio pensare a quello che faremo a La vita in diretta".