mercoledì 5 giugno 2019

Lo chef William Imola: il mio grande sogno? diventare attore professionista. L'intervista di Fattitaliani

di Laura Gorini - “Nella vita - purtroppo - non si possiedono certezze su chi possiamo e chi potremmo essere, ma l'unica cosa bella e certa è quella di lasciare a chi ti segue un pezzetto del proprio bagaglio attraverso l'amore per il tuo lavoro. Ecco, io mi auguro dal profondo del cuore di riuscire a fare ciò”.

È indubbiamente un uomo molto affascinante, forte e determinato, lo chef William Imola che abbiamo di recente potuto ammirare nella finale di “Amici” di Maria De Filippi all'interno di una splendida coreografia con un ruolo recitato e a fianco di Flavio Montrucchio nel programma “Primo Appuntamento”. Tuttavia, non contento, mantiene ancora viva la sua passione per la recitazione, sognando di diventare un attore professionista,e collabora con le testate nazionali Così e Così In Cucina, donando in ogni numero squisite ricette ai lettori.
William, ultimamente abbiamo avuto l'opportunità di ammirarti sempre più spesso in televisione... Che ricordi hai delle tue ultime esperienze televisive?
Beh, non capita certamente tutti i giorni di avere la grande opportunità di partecipare alla finale di uno dei programmi più amati e seguiti d'Italia, sto chiaramente parlando di “Amici” di Maria De Filippi, sebbene con un ruolo all'interno di una bellissima coreografia che si rifà al film “Il bambino dal pigiama a righe”. Lì è come trovarsi in una grande famiglia ove i professori e tutto lo staff di adulti aiuta concretamente i giovani partecipanti a realizzare i loro sogni e a donare alle loro performance quel tocco di magia che possono anche ammirare gli spettatori dal vivo in studio e i telespettatori da casa. Invece, lavorare in precedenza in veste di chef nel programma “Primo Appuntamento” condotto da Flavio Montrucchio è stato molto bello e interessante.
A proposito, com'è Flavio Montrucchio visto da vicino?
Beh, sono sincero nel dirti che è proprio una gran bella persona. Sai, oggigiorno è molto difficile, se non addirittura impossibile, trovare persone del genere che lavorano nel mondo dello spettacolo. Pertanto ritengo un autentico onore aver avuto l'opportunità di lavorare con lui.
Che cosa ti hanno lasciato queste esperienze?
Ogni esperienza che si fa nella vita, in particolare quelle legate al lavoro, lasciano sempre dei segni importanti a livello professionale oltre che umano. Sicuramente queste mie più recenti esperienze televisive mi hanno permesso di crescere molto. Mantenendo però i piedi ben ancorati a terra e l'umiltà che mi induce a non dimenticare chi mi ha permesso di farle. E difatti io non smetto mai di ringraziare queste persone che hanno creduto in me.

Un uomo umile e che sa indubbiamente quello che vuole... Mi sembra di intuire che tu sia proprio così! Ma che cosa altro sogni? Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?
Il mio più grande sogno professionale è quello di poter diventare un attore professionista. Certo, amo molto anche cucinare e ideare piatti, visto che sono uno chef, ma ammetto che svolgo questa mansione per mantenermi.
Una professione principale che ti permette anche di deliziare i lettori di Così e Così in Cucina con delle tue squisite ricette. Ma, come riesci a fare tutto?
Credo che quando si ama ciò che si fa e si possiedono degli obiettivi ben chiari, oltre che un carattere forte e determinato che io indubbiamente possiedo, si possiede - indubbiamente - anche la capacità e la forza di riuscire a fare tante cose bene. Vedi, nella vita - purtroppo - non si possiedono certezze su chi possiamo e chi potremmo essere, ma l'unica cosa bella e certa è quella di lasciare a chi ti segue un pezzetto del proprio bagaglio attraverso l'amore per il tuo lavoro. Ecco, io mi auguro dal profondo del cuore di riuscire a fare ciò.


Foto di Fazio Gardini