lunedì 20 maggio 2019

Arriva il 1° festival di arti sceniche “5 miglia da Milano” ... in un quartiere a misura d’uomo


Spettacoli teatrali e musicali, performance artistiche site-specific nella natura, momenti partecipativi all’insegna del benessere e della socialità, dj set e molto altro: sabato 1 giugno, nel quartiere di Quinto Romano e al Parco delle Cave si svolgerà il primo festival di arti sceniche “5 miglia da Milano”, a conclusione del progetto vincitore del Bando alle Periferie 2018
 

MILANO - Si svolgerà sabato 1 giugno la prima edizione del festival di arti performative intitolato 5 miglia da Milano: il paesaggio si fa palcoscenico, in programma a Quinto Romano, nella periferia ovest della città. L’evento è il momento conclusivo del progetto “5 miglia da Milano”, vincitore del Bando alle Periferie 2018 indetto dal Comune di Milano. Per tutta la giornata, nel quartiere circondato dal parco di Trenno, dal Parco delle Cave e dal Boscoincittà si svolgeranno spettacoli musicali e teatrali (alcuni dei quali con la partecipazione di persone affette da Alzheimer), performance artistiche, laboratori, momenti di animazione, socialità e intrattenimento, dj set e molto altro.
Come detto, la manifestazione - a ingresso libero e aperta a tutti i cittadini - rappresenta la fase finale di “5 miglia da Milano”, progetto di rigenerazione urbana, sociale, creativa e responsabile che ha visto l’attivazione e la partecipazione delle associazioni presenti sul territorio, dei cittadini che lo abitano e dei servizi che vi sono insediati.
Capofila dell’iniziativa è l’associazione di promozione sociale Le Compagnie Malviste, che da oltre dieci anni diffonde pratiche di comunità e di teatro sociale con l’obiettivo di stimolare i rapporti tra le generazioni, la coesione e la mobilitazione sociale. Il progetto, che ha avuto il patrocinio del Comune di Milano e del Municipio 7, è nato in collaborazione con il team di architetti di ASISA (laboratorio sperimentale di interazione, creatività collettiva e socialità), il comitato di quartiere di Figino e la cooperativa edificatrice Ferruccio Degradi.
Rigenerazione, ma anche riqualificazione del territorio: sabato 1 giugno, infatti, verrà aperta la Cava Ongari – in disuso fino a poco tempo fa e resa agibile ora grazie all’intervento di Italia Nostra - dove saranno allestiti per l’occasione spettacoli e performance.
Inoltre, nella giornata di sabato 1 giugno, alla presenza di Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano, verrà svelato il Teatro Mobile, manufatto di design progettato dal pool di architetti che fanno capo ad ASISA e realizzato interamente a mano dagli abitanti del quartiere durante i workshop di falegnameria che si sono svolti nei mesi scorsi: si tratta di un vero e proprio palcoscenico su ruote, che resterà in dotazione ai residenti di Quinto Romano anche dopo la conclusione del progetto e che diventerà la location di spettacoli, proiezioni, concerti e altre iniziative di comunità.
Non solo: il trombettista jazz Giovanni Falzone, musicista di fama internazionale, sarà ospite al festival e nel primo pomeriggio ci delizierà con una breve performance musicale, durante la quale darà fiato alla tromba costruita dal maestro artigiano Flavio Campi, eccellenza locale riconosciuta in tutto il mondo.
«Quando abbiamo rivolto l’attenzione a questa zona, ci siamo trovati di fronte a numerose difficoltà. - afferma Alvise Campostrini, presidente dell’associazione Le Compagnie Malviste - Quinto Romano è un quartiere dormitorio, privo di spazi culturali pubblici, dove si fa fatica a raccogliere i bisogni e le proposte dei cittadini. Grazie ad una serie di laboratori teatrali gratuiti aperti in tre quartieri del territorio, da circa dodici anni, abbiamo creato le basi affinché prendesse vita il progetto “5 miglia da Milano” con l’idea di un festival annuale per tenere sempre acceso un faro su questo territorio. Un teatro con i cittadini per immaginare, pensare, credere in un quartiere a misura d’uomo».

Altro importante traguardo previsto e raggiunto dal progetto è la nascita del Comitato di Quartiere di Quinto Romano. L’ente civico sarà presentato ufficialmente alla presenza di Antonio Salinari, assessore allo Sport, cultura, politiche sociali, verde e arredo urbano del Municipio 7 il 1° giugno in occasione del Festival.


SABATO 1 GIUGNO – IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

“5 MIGLIA DA MILANO: IL PAESAGGIO SI FA PALCOSCENICO”



Ore 8:30 - Mi sveglio meglio - Cava Ongari-Cerutti (via Caldera 85)
Attività di risveglio fisico e spirituale nel contesto naturale della Cava con lezioni di yoga, danza e movimento therapy e Qi Gong. Le attività sono gratuite e aperte a tutti; per le famiglie sarà presente un laboratorio di manualità per bambini.

Ore 9:30 - Cava Ongari-Cerutti - Colazione in cava

Nell’area “5 miglia” di via Caldera 85 sarà possibile fare colazione e spostarsi sulla spiaggia della Cava Ongari.


Ore 10 - Cava Ongari-Cerutti - Spettacolo “Biancarossanera”
Spettacolo teatrale per bambini, famiglie e scuole. Durata: circa un’ora. 

Si tratta di una rivisitazione teatrale della fiaba “Biancaneve” che coinvolgerà gli abitanti del quartiere di Figino. La rappresentazione vedrà la collaborazione site-specific degli street artists Poof e Hotre.


Ore 12 - via Caldera 85 - Apertura dell’area food con i The Laters, gruppo rock di Quinto Romano
Truck food, musica e intrattenimento.

Dalle ore 13 alle ore 20.00 – Piazza Madonna della Provvidenza - Urban-knitting
Addobbo della piazza Madonna della Provvidenza con un’operazione di urban-knitting: pali della luce, panchine, cestini e altri arredi urbani verranno abbelliti grazie ai lavori a maglia realizzati dalle “sciure” del quartiere.



Ore 14 - via Caldera 85 - Inaugurazione del Teatro Mobile presso l’area “5 miglia”
Inaugurazione del manufatto ideato dagli architetti ASISA . Tra le autorità pubbliche sarà presente anche Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del Comune di Milano.

Ore 14.30 – Area 5 miglia, via Caldera 85 – performance musicale jazz di Giovanni Falzone

Il trombettista jazz Giovanni Falzone, di fama internazionale, eseguirà una breve performance musicale.


Ore 15.30 - Inaugurazione del percorso artistico da Cava Ongari al centro del quartiere
Passeggiata lungo un itinerario punteggiato di installazioni artistiche. Il percorso, visitabile fino alle ore 18, permetterà di scoprire uno scorcio suggestivo di Quinto Romano, territorio ricco di cascine, corti, cave e sentieri. Si consiglia di portare con sé cuffiette e cellulare: lungo il cammino si potranno ascoltare voci e spiegazioni tramite lettura di un apposito QR CODE.

Ore 17:15 - Piazza Giosia Monti, Corte del Brivio - Spettacolo “Storie di una folk band”
È un breve requiem teatrale (durata un’ora circa) in cui nostalgie, rabbie e delusioni disegnano i contorni di un cortile milanese. Una piccola comunità si aggrappa al presente per riscrivere il passato e rivendicare un finale diverso. Sono i volti, le voci, le azioni degli abitanti del quartiere di Quinto Romano che danno voce a una nuova sinfonia.

18:15 - Piazza Madonna della Provvidenza - “Alzabandiera”
Rievocazione di un fatto storico: da un documento ritrovato recentemente si è scoperto che il 28 maggio 1848, a poche settimane dalle cinque giornate di Milano, a Quinto Romano “fu issata la bandiera nazionale tricolore come segno distintivo dell’unanime simbolo del nuovo ordine unitario liberale stabilito nella Patria Italiana”.
A cura delle Compagnie Malviste con la collaborazione del Centro Carlo Poma e dei gruppi di incontri. Durata: 20 minuti circa.

19:00 - Serra Perego Aldo, via Gaetano Airaghi 13 - Spettacolo “Ritratti, con pane e pomodoro
Spettacolo di “Teatro Fragile”, con la presenza di persone affette da Alzheimer, caregiver e abitanti del quartiere di Quarto Cagnino. “Ritratti, con pane e pomodoro” è un’idea teatrale alla sua terza replica: fotografie sbiadite, pensieri ricorrenti, ritornelli di canzoni, sapori lontani e altri indizi autobiografici sono gli ingredienti per svelare le fragilità e le potenzialità di una comunità e del territorio in cui vivono. Il laboratorio fa parte degli interventi psicosociali della Rete Alzheimer del Comune di Milano. Durata: un’ora circa.

20:30 - Cava Ongari-Cerutti - Concerto al tramonto
Un gruppo di musicisti si esibirà sulle sponde di uno sconosciuto specchio d’acqua di Milano. Durata: 30 minuti circa.

21:30 - Area 5 miglia, via Caldera 85 - Musica by night
Dj set, attori, poeti e musicisti si alterneranno sul palco con BigaUp e la sua cargobike.

22:00 - Area 5 miglia - 101 motivi per frequentare Quinto Romano

Narrazione per cittadini curiosi, a cura di Giorgio Uberti.


23:15 - Area 5 miglia - Poesie in periferie
Recital di poesie, a cura di Alvise Campostrini

In caso di pioggia il festival si svolgerà al coperto.


Facebook: 5 miglia da Milano
Instagram: 5_miglia