domenica 7 ottobre 2018

ARTE, PREMIO SULMONA ALL'ARTISTA CAMILLA ANCILOTTO per la sua "Nigredo"

Sulmona - Si è chiusa il 6 ottobre con una manifestazione gremita di volti noti presso gli spazi locali del Polo Museale Civico Diocesano - ex convento di Santa Chiara - la 45esima edizione del Premio Sulmona “Gaetano Pallozzi” Rassegna Internazionale di Arte Contemporanea, che ha visto la partecipazione di oltre cento cinquanta artisti tra pittori e scultori, alcuni stranieri o residenti all’estero.

Tra gli artisti premiati anche Camilla Ancilotto che ha presentato nella rassegna la sua Nigredo, aggiudicatasi l’ambito riconoscimento “Attilio Di Renzo”.
Mirabile sintesi “pitto-scultorea”, l’opera Nigredo (olio e foglia argento su legno) presenta un’originale rilettura del quadro di William Adolphe Bouguereau, “Dante e Virgilio all’Inferno” (1850), in cui è illustrato l’episodio narrato nel trentesimo canto della Divina Commedia.

“Nel girone dei falsari” – descrive così la sua opera l’artista “assistiamo alla feroce lotta tra due dannati, Gianni Schicchi e Capocchio, contraffattori di moneta e di identità, emblematici del perenne conflitto sotteso ai rapporti di potere nelle relazioni umane. Il volto di Schicchi fissato nell’atto di mordere il collo dell’avversario, con i tratti stravolti da un impeto rabbioso e violento non scevro di una morbosa voluttà, è la perfetta rappresentazione delle pulsioni ambivalenti che coesistono nell’individuo. Gli spunti riflessivi offerti dall’immagine riecheggiano nei cupi avvenimenti di cronaca, in quei conflitti e sussulti del mondo che, dietro fallaci intenti politici, ideologici e religiosi, rivelano una mera volontà di sopraffazione e di potere”.
Apprezzamento per l’opera della Ancilotto  da parte del Sindaco di Sulmona Annamaria Casini, dell’assessore Alessandro Bencivenga, del District Manager della Banca Generali Alessandro Di Tunno ente sponsor della manifestazione, di Umberto D’Eramo noto appassionato di fotografia e presidente dell’Accademia della Fotografia ed infine dal Professor Raffaele Giannantonio presidente del Circolo d’Arte e Cultura il Quadrivio e presidente del Premio e della rassegna aperta lo scorso 15 settembre.

“Sono davvero lieta di aver partecipato al prestigioso Premio Sulmona” – ha detto l’artista nel corso di alcune interviste – “Ringrazio gli ideatori della rassegna internazionale di arte contemporanea che hanno saputo riunire  con impeccabile organizzazione e professionalità le eccellenze del mondo culturale e artistico contemporaneo”.
Tra i premiati nella sezione Arte, Marco Manzo e Alfredo Celli. Riconoscimenti nella sezione Cultura alla scrittrice Donatella Di Pietrantonio e all’editrice Elisabetta Sgarbi editrice e al direttore d’orchestra Francesco Quattrocchi.
Per la sezione dedicata al Giornalismo Televisivo e alla Carta stampata, sono stato consegnati riconoscimenti a  Luca Telese, Eleonora Daniele, Monica Macchioni, e un premio speciale per il Giornalismo d’Arte a Stefano Sassi.

Nigredo opera “aperta” che sfrutta le implicite potenzialità dell’indeterminatezza, è il prodotto di una sensibilità artistica contemporanea sviluppatasi nel solco della tradizione; in virtù del suo carattere “discontinuo” e interagente, trova puntuale riscontro nel più ampio intento espositivo internazionale, ispirato ad un fattivo incontro tra l’atto creativo individuale dell’artista e la ricezione del pubblico: in un hic et nunc reiterabile, il limite tra opera data e opera condivisa si dilata in spazio esperito e comunitario che è inno alla vita e all’arte.