lunedì 3 aprile 2017

LXXI Premio Strega, fra i candidati "Mangia con gli occhi" dell'esordiente Carmela Pierri


La LXXI Edizione del Premio Strega si presenta ricca di piacevoli sorprese. La partecipazione di una scrittrice esordiente con il libro Mangia con gli occhi, edito da Aracne (www.aracneeditrice.it) testimonia attenzione alle scritture autobiografiche che raccontano di disabilità minori a cui spesso nessuno fa caso, perdite che cambiano la vita di chi è costretto ad affrontarle.
“Mangia con gli occhi racconta di una donna a cui il destino ha rubato tre dei cinque sensi: il gusto, l’olfatto e il tatto. Dopo un percorso di indagini e una spietata sentenza definitiva, finalmente una cura. La bellezza è la cura che riesce a ridare motivazione e nuova vita. In particolare, i colori della natura e dei suoi frutti, doni preziosi per la cucina, sono stati una terapia efficace per dare alla protagonista il piacere di sentire e godere della vita come tutti gli
Nel libro sono descritti i sentimenti di paura, rabbia e amore di una donna che dopo aver vissuto la sensazione di un’edera a cui crolla il muro su cui è cresciuta, riapre lo scrigno dei sentimenti. Come scavare nella propria vita e lentamente entrare nel vivo di una buca da liberare dai sassi e trasformare il vuoto in un nido in cui rivivere le ataviche sensazioni vitali".
Con un linguaggio fresco e diretto, Carmela Pierri regala un messaggio di speranza alle persone a cui qualcosa viene tolto. Mangia con gli occhi è un positivo messaggio di metamorfosi. Una storia dedicata a tutte le persone che grazie alla bellezza ritrovano equilibrio e gioia.
Roberto Gervaso ha voluto scrivere sulla quarta di copertina “un libro che tutti dovrebbero leggere”, e due degli Amici della Domenica, selezionatori del Premio Strega hanno concordato nella candidatura per l’edizione 2017. In attesa dei dodici titoli che concorreranno  alla cinquina dei finalisti, un invito alla lettura sulla bellezza edibile.