Le opere del pittore Cristoforo Russo all’evento “Manhattan Transfer” al jazz Café

Fattitaliani


Domenica 27 febbraio ore 18.00  presso la storica location, a due passi da piazza Navona, si potrà partecipare all’evento “Manhattan Transfer” in occasione del carnevale 2022. Aperto gratuitamente a tutti gli amanti di arte e divertimento. Ad accompagnarvi saranno le opere del pittore Cristoforo Russo presentate per l’occasione da Chiara Miazza. Un sodalizio interpretato dal direttore artistico Manuel Bosco, con l’associazione TotaPulchra presieduta dal Monsignor Gervais e Danilo Maira.

Nei dipinti esposti per “Manhattan Transfer” e le poesie di Ciro Califano, Cristoforo Russo accoglie le interferenze elettromagnetiche delle opere dei grandi maestri, attraverso la commedia della maschera italiana (Rugantino, Meo Patacca, Pulcinella, arlecchino), le maschere da tutto il mondo ed i supereroi. Esse si incontrano nella dimensione globale, incarnando un’esperienza unica di incontro tra due culture, così lontane ma allo stesso modo così vicine e influenti l'una sull'altra. Il nome del progetto è in omaggio al Maestro romano Renzo Vespignani e l’omonima mostra di dipinti e disegni eseguiti dal 1988 al 1992, durante un suo soggiorno a New York. Qui traeva spunto da Manhattan Transfer, romanzo di John Dos Passos, pubblicato per la prima volta nel 1925, ed in Italia nel 1932 da Corbaccio col titolo Nuova York. Si nutriranno di questa lettura gli stessi musicisti “The Manhattan Transfer”, gruppo vocale jazz statunitense fondato nel 1969 da Tim Hauser e Laurel Massé. “La dimensione ludica ha lo scopo di indagare la sfera delle emozioni che tutti noi proviamo fin da piccoli; -ci confessa il pittore Cristoforo Russo- il nostro tentativo è quello di vivere con partecipazione questi giorni del Carnevale allegorico, nella Città Eterna. E’ soltanto un’anteprima del prossimo progetto artistico del 7 maggio in piazza del Popolo presso la galleria dei Miracoli”.

Lo storico Jazz Cafè di via Zanardelli è più che un semplice locale. Dal 1980 il locale rappresenta un vero e proprio stile di vita, una filosofia, un modo di essere.  Una parte della struttura è generosamente messa a disposizione dei numerosi appassionati d'arte: pittori, fotografi, musicisti, attori, trovano residenza per mostrare il loro operato. L'obiettivo è regalare un esperienza unica attraverso arte, musica e cibo, in un atmosfera pervasa di creatività, immaginando il clima dei Caffè letterari che furono. Manuel Bosco direttore artistico ricorda: “In questo periodo credo sia sempre più necessario intercettare le energie positive, dopo ben due anni di difficoltà per l’intero comparto del food and entertainment. La nostra idea è dare spazio al piacere con una stimolazione multisensoriale qui nel pieno centro della Capitale”.

Per la serata è gradita la maschera carnevalesca, mantenendo il rispetto delle norme di distanziamento sociale. Prevista la partecipazione di numerosi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo.

Per info e dettagli

 jazzcaferoma.com 0668210119

“Manhattan Transfer is the combination of classic and modern cultural representations and the facial expressions of the characters convey a message of strength and hope through the symbolic choices of the characters depicted”.


++++++++++++

Scheda artista:

Cristoforo Russo, nasce a Torre del Greco (paese vesuviano in provincia di Napoli), il 20 agosto 1978; artista e pittore italiano proveniente dalla scuola del Maestro Vito Esposito (1935-2021). Cristoforo studia i paesaggisti tradizionali, elabora uno stile personale, usa una tavolozza calda ed equilibrata. La natura esercita su di lui il potere di smarrire la ragione a favore del sentimento verso i suoi simili, dipinge vibrazioni cromatiche orecchiabili, quella luce, quei toni, quei riflessi, quella figura umana. Giornalista e appassionato di cultura popolare, abbina la formazione teatrale a quella accademica internazionalista, che lo fanno approdare alla pittura nel corso dei suoi lunghi viaggi. Espone in “I colori del mondo” al Centro Culturale Arianna nel 2016-Scafati-, alla mostra “VibrAzioni” Festival di Arte nel 2017-Furore-, alla 2°rassegna di arte contemporanea al Museo Civico -Striano-, vincitore nel 2019 del premio “New York 2019”-Lecce-, in “Innamorati della Cultura” a cura dell’Accademia Castrimeniense al Museo Civico “Mastroianni” 2019 -Marino-, la prima personale “Autunno Russo” presso la Biblioteca Moroni 2019 -Porto Recanati-, per “Castello in Arte” presso il Palazzo Baronale nel 2019 -Torre del Greco-,  Concorso nazionale di pittura “Dantebus bazart” nel 2020 -Milano-,  Campo dei Fiori per “Emozioni Libere” con Karen Thomas curata dalla galleria “Arte in Regola” nel 2020 -Roma-, con Rocco Valente personale “Diritto al Colore” presso il Palazzo Comunale nel 2021 -Nola-, partecipa a “Pigmenti” presso il Museo Antonacci nel 2021 -Albano-, selezionato per la Biennale di arte contemporanea nel 2021 presso il Bastione San Giacomo -Brindisi-, espone il progetto “Manhattan Transfer” per la 115ª Mostra Cento Pittori via Margutta nel 2021-Roma-, pubblicato sull’Agenda 2022 “Onyricon la pittura sogna” al Palazzo comunale Rospigliosi con Benaglia, Calabria, Kokocinski, Borghese e Fortunato Zagarolo- (RM), illustra copertine per Graus Edizioni ed ESA.

Le sue opere sono in possesso di alcune collezioni private, musei, ambasciate e sedi istituzionali in Europa, Africa e Stati Uniti. Tra gli artisti ospiti dei Cento Pittori via Margutta, dal 2021 aderisce al “gruppo d’arte Purificato” diretto da Giuseppe Purificato e Francesco Zero in Prati –Roma ed è pubblicato sull’Enciclopedia d’Arte Italiana e l’Archivio della Galleria Nazionale.

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top