mercoledì 20 ottobre 2021

Fiction, su Raiuno "Cuori" con Daniele Pecci. Regia di Riccardo Donna

Domenica 17 ottobre ha debuttato su Raiuno la serie tv CUORI con Daniele Pecci (Cesare Corvara), Pilar Fogliati (Delia Brunello) Matteo Martari (Alberto Ferraris), Marco Bonini (Ferruccio Bonomi), Neva Leoni (Serenella Rinaldi) Bianca Panconi (Virginia Corvara). Regia di Riccardo Donna.

Una coproduzione di Rai Fiction e Aurora TV realizzata da Giannandrea Pecorelli per Aurora TV. Realizzata in collaborazione con il Centro di Produzione TV Rai di Torino con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte.
Il costo della serie è derivato dall’investimento Aurora e dalla cessione dei diritti e del contributo della Film Commission Torino.
Il Dottor Alberto Ferraris è intraprendente, orgoglioso, crede molto nel suo sogno e nel futuro. E’ un personaggio ribelle che non sottostà ad alcune regole ed ha una mente molto aperta. Prende le decisioni facilmente, scansa la ragione e ascolta il cuore.
Abbiamo avuto le condizioni per vivere gli anni ‘60.
Il Dottor Corvara per il fatto che si chiami Cesare lo pone in una figura di semidio. Non ha bisogno di imporre la sua presenza perché gli viene riconosciuta. Tutto è curato nei minimi particolari. La ricostruzione scenografica dell’Ospedale è stata assoluta anche nei piccoli particolari. In questo modo l’attore si sente più a suo agio.
Virginia Corvara è bella, ribelle, viziata senza rendersi conto di esserlo. Ha sofferto molto per la morte della madre quando era ancora una bambina. E’ in conflitto continuo con il padre, lo considera un padre mancante.
La Dottoressa Delia Brunello è un personaggio completamente inventato. E’ una cardiologa, è la moglie del Primario e deve lavorare il doppio per emergere.Ha tutte le colleghe contro. Nel 1967 c’erano delle gabbie e dei pregiudizi da abbattere. Le donne dovevano faticare il triplo. Pilar Fogliati ha provato nostalgia di un periodo che non ha vissuto.

Raiuno non sbaglia un colpo, la fiction è meravigliosa, un Cast eccellente, una regia curata nei minimi particolari e il gioco è fatto.

Elisabetta Ruffolo