giovedì 25 febbraio 2021

Il regista Bryan Fogel parla di "The Dissident" documentario sui meccanismi del potere. L'intervista

(videointervista) Lucido, potente e diretto, The dissident (trailerè l’intimo ritratto di un uomo che ha sacrificato tutto quello che aveva in nome della libertà di parola.

Con questo film coraggioso, Fogel si unisce a un gruppo di sognatori di tutto il mondo che non dimenticano il lavoro di un uomo che, anche dopo la morte, continua a sfidare coloro che hanno cercato di metterlo per sempre a tacere.


THE DISSIDENT

SINOSSI

The Dissident è un documentario che mostra i meccanismi del potere ai più alti livelli, denunciando il labirinto di falsità dietro cui si cela l'assassinio del giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi all'interno dell'ambasciata saudita di Istanbul. Offrendo un impressionante numero di filmati inediti e le testimonianze esclusive portate dalle persone più coinvolte nella vicenda, compresa Hatice Cengiz, la fidanzata di Khashoggi, le forze dell'ordine, i pubblici ministeri turchi e il giovane dissidente saudita con cui Khashoggi stava lavorando. The Dissident è una storia di denaro, tirannia e tecnologia fuori controllo. Ogni singola prova porta direttamente al Principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, che non si è fermato davanti a niente pur di occultare la vicenda in tutto il mondo. Al centro del film c'è la figura di Khashoggi, un riformatore di sani principi che cercava di far nascere una società più giusta e più aperta nel suo paese d'origine, l'Arabia Saudita. The Dissident mostra che, nel mondo odierno, nessuno che si opponga ai poteri forti è realmente al sicuro.

BRYAN FOGEL

Vincitore del premio Oscar per Icarus e del premio speciale della giuria al Sundance Film Festival 2017.

Ha ricevuto il premio Edward R. Murrow per il suo lavoro giornalistico, è stato nominato ai BAFTA, a tre Emmy e al DGA Award per la migliore regia.

Fogel ha iniziato la sua carriera dedicandosi alla stand-up comedy e alla recitazione. Ha ha sviluppato, co-scritto e interpretato la commedia Off-Broadway Jewtopia, di cui ha diretto l'adattamento cinematografico.