lunedì 31 agosto 2020

La Seduzione: un timone per la direzione


Approfondimento della puntata in onda sulle frequenze di Radio CRT di Flaviana Pier Elena Fusi con Edoardo Flaccomio

Preludio di Flaviana Pier Elena Fusi

La seduzione è polo di attrazione, basta guardare al particolare e non soffermarsi troppo a ragionare. A volte trae in inganno e fa cadere dallo scranno, perdi quella posizione guadagnata con cura e attenzione, di colpo appare strano, ma qui porsi domande non è vano. Sarà beltà o sotto il trucco c’è un’altra realtà? Questo è intelligente, prendere spunto per riflettere egregiamente: la vita non è cosa stabilita, segue il flusso di una passione infinita.

L’amore è il timone da usare, l’unico mezzo per ben navigare, tutto fa davvero gustare insieme al sale c’è altro sapore di mare, solo se arrivi a quello, vivere è davvero bello.


Approfondimenti di Edoardo Flaccomio

La seduzione può riguardare diversi campi, ma l’accezione più conosciuta concerne due persone di sesso opposto.

Nell’immaginario collettivo è la donna a sedurre l’uomo. Bellezza, eleganza, sorriso, trucco e gioielli, fan sì che la femmina seduca il maschio, più di quanto questi possa viceversa fare.

Dei cinque sensi, la seduzione riguarda principalmente la vista. Seduce ciò che piace, ciò che rompe la monotonia dell’osservazione.

Sedurre, dal latino seducere, riporta alla mente il verbo sedare. La persona sedotta è sedata, incantata da qualcosa che sa di elisir.

La seduzione richiama il PARDES, il Paradiso Terrestre. Eva è sedotta dal Serpente, inteso come animale-ente malvagio. Errore grossolano in quanto il rettile è il passato di Eva che si desta in prossimità della fine del ciclo chiamato Eden.

Eva seduce Adamo al risveglio. Alla Conoscenza interiore, fornitagli dal ruolo di maschio donatore di seme, Adamo preferisce la seduzione, rinnegando il principio ultimo e primo che lo vorrebbe con Eva in marcia verso la tappa creatrice di un nuovo Paradiso. Adamo cede alla tentazione, che da quel momento diventerà portatrice di significato negativo.

C’è un’altra storia che proviene dal passato. Questa volta è l’Ente Mascolino per eccellenza a sedurre: Krisna. Mentre pascola le mucche insieme a dei pastori, fa vibrare il suo sublime flauto. Sedotte da quel suono, le Gopi ricordano la piuma di pavone sulla Testa del Creatore e il nettare che lascia scorrere dal flauto attraverso le Labbra.

Racconto che rinvia tassativamente al Modello Assoluto Pensante, chiamato Mana nei Veda, Rosc nei versetti ebraici, essenza della Mente nei sutra buddisti, si tratta sempre dello stesso Modello Corticale, (di cui il nostro cervello parlante è a immagine), le cui Leggi diventano suono, in altri termini, Parole emanate dalla Bocca di Dio: Krisna.

In un altro racconto dei Veda, le spose degli abitanti celesti sedute nelle aeronavi spaziali, si divertono a viaggiare con i loro sposi, ma come sentono il flauto di Krisna, i loro capelli si sciolgono e i loro vestiti aderenti si allentano.

Storia seducente al pensiero degli abiti che si slacciano e di fronte alla chioma femminile che si delinea in tutta la sua lunghezza e bellezza. Seduzione che si amplifica di fronte al fatto che la capigliatura è un Archetipo simboleggiante le Leggi dell’Ordine Celeste. Le spose viaggiatrici lo sanno.

La seducente e mitica forza del biblico Sansone, per esempio, svanisce del tutto nel momento in cui gli tagliano i capelli di notte mentre dorme. Al risveglio si accorge che la sua forza, cioè l’Energia Evolutiva, alias Spirito Santo, è rifluita e lui non è più l’uomo eccezionale e seducente del giorno prima.

*********


Ricetta erboristica di Anna Maria Esposito
: responsabile della testata giornalistica di Radio CRT, conduttrice del programma ‘BLATERANDO’

Un proverbio della Franca Contea così recita: “Se l’uomo conoscesse l’effetto del sedano ne riempirebbe il suo cortile. Fin dal Medioevo, tale ortaggio era considerato un afrodisiaco naturale. Michele Savonarola, medico, metteva in guardia le donne dal consumarlo perché “istigava il coito” anche quelle che in cuor loro volevano restare caste.

Il termine sedano riporta alla Luna: deriva dal greco selinon, quindi dedicato a Seline, regina della notte, collegato alla natura, al culto dei morti e dea della fecondità.

Oggi il sedano è usato dagli erboristi per curare calcolosi, infezioni reumatiche e meteorismo. Prezioso alleato per chi ha problemi di colesterolo e pressione.

Il sedano abbraccia anche il campo della cosmetica

Maschera idratante antistress per il viso al sedano.

Ingredienti:

1 gambo di sedano

5 cucchiai di acqua

Farina q.b.

Preparazione:

tagliare il gambo a tocchetti e frullarlo in 5 cucchiai d’acqua. Con un colino recuperare la polpa e amalgamarla con la farina aggiungendone fino ad ottenere una consistenza cremosa. Stendere la crema sul viso e lasciarla in posa per 15 minuti.

Risciacquare con acqua tiepida.

La maschera al sedano è utile in caso di pelli secche e grasse.

**********


Ricetta di chefDomenico

Nel mare della seduzione c’è un sedano al profumo di mare

Ingredienti:

moscardini

gamberoni

sedano bianco

pomodorini pachino

ravanelli con foglia

succo di limone

prezzemolo

salvia, alloro, rosmarino

olio extra vergine di oliva

sale q.b.

Preparazione:

pulire i moscardini e gettarli in acqua bollente aromatizzata con rosmarino, salvia e alloro. Cuocere per circa trenta minuti, avendo l’accortezza di appoggiare una rete sopra la pentola al posto del coperchio, su cui adagiare i gamberi per poterli cuocere a vapore negli ultimi 5 minuti. Togliere i gamberi e privarli del carapace, nel frattempo lasciar raffreddare i moscardini nella loro acqua di cottura per mezz’ora circa (questo è il segreto per renderli più morbidi). Preparare l’insalata col sedano tagliato sottilmente, i pomodorini e i ravanelli. Unire i molluschi e crostacei, condire con olio, sale, prezzemolo e succo di limone. Buon appetito

**********


Bollettino radiometeo di Flaviana Pier Elena Fusi

La seduzione è fascino, è attrazione

È parola che si forma sola

Quando un desiderio consola.

Un calore che avvampa

Quando scorgi quella gamba

Uno spacco, una scollatura

Che smuove la cintura.

Un profumo, un gesto, un sorriso

Che arriva all’improvviso

Una voce e un odore

Avvolge rapido col suo sapore

Quello dolce

che vorresti ricordare

Nei sogni più belli

Dove indugi a restare.

Il tatto dato da un contatto

Una stretta di mano

è all’improvviso uragano

lo sconvolgimento

vorrebbe essere intento.

Un desiderio, una passione

Che traccia una situazione

La seduzione avvolge piano

Ma lega a lei portando lontano.

 

Consiglio radiometeo: la seduzione nasce da dentro e si mostra fuori con profusione di battiti di cuore.