giovedì 30 luglio 2020

Coronavirus, gli italiani i più bravi d'Europa nella gestione. L'opinione di "De Morgen"

Articolo originale
. L'Italia sembra essere la migliore nazione nella gestione delle precauzioni, del distanziamento, della sensibilizzazione nei confronti del Coronavirus. Lo scrive il quotidiano "De Morgen" che titola emblematicamente così l'articolo "Dopo la prima ondata devastante, l'Italia ora sembra essere il miglior studente della classe".
Il pezzo inizia riportando l'opinione degli esperti che forniscono varie spiegazioni. "Innanzitutto: buona traccia dei contatti dato che fra trenta e sessantamila italiani sono sottoposti a un test. Solo lo 0,5 per cento delle persone testate si è rivelato infetto. I risultati sono generalmente noti entro 24 ore". È l'opinione di Walter Ricciardi, consultato da The Guardian.
Inoltre, la popolazione generalmente segue molto bene le misure: sebbene non sia obbligatorio, molti italiani, ad esempio, indossano anche la maschera all'esterno (la indossa il 90%, dato più alto al mondo) e rispettano il distanziamento sociale: previste multe e punizioni per chi infrange la regola. 
Per ridurre il numero di casi importati, l'Italia ha un divieto d'ingresso per 16 paesi considerati aree ad alto rischio.
Il pezzo riporta anche l'invito alla prudenza continua da parte di virologi nonché le parole di Giuseppe Conte "La situazione internazionale rimane motivo di preoccupazione e dobbiamo rimanere vigili, soprattutto in vista degli eventi nei paesi vicini" e la decisione di prorogare fino a fine ottobre lo stato di emergenza.