giovedì 28 maggio 2020

Riapre Assunta Madre Roma, lo chef Franco Bloisi a Fattitaliani: ho sempre ricercato il sapore naturale del pesce dei nostri mari. L'intervista

Dopo i mesi di confinamento, stanno riaprendo anche le attività di ristorazione: a Roma, lunedì 1° giugno, il ristorante Assunta Madre, fiore all'occhiello per la tradizione gastronomica, è pronto a riaccogliere gli affezionati clienti nel rispetto delle misure di sicurezza Covid-19 e far assaporare le specialità e il pesce fresco di ogni giorno. Fattitaliani ha intervistato lo chef Franco Bloisi.

Quali sono i timori e le sensazioni che si provano a una riapertura così particolare?
“Non abbiamo timore, ma ci teniamo a far capire alle persone che Assunta Madre ha lavorato sodo per creare un ambiente sicuro e perfetto per potersi gustare una serata di pace dopo la quarantena. Abbiamo lo stesso entusiasmo della prima volta e sarà bellissimo cucinare di nuovo per i clienti affezionati di Assunta Madre!”.
Avete "approfittato" del confinamento per dei lavori di ristrutturazione: erano in qualche maniera già stati progettati?
“Avevamo già intenzione di rendere ancora più accogliente il locale e abbiamo solo anticipato i tempi. Ci sarà un nuovo bancone, un giardino più ampio e altre sorprese…”.
Che cosa Le è mancato maggiormente del suo lavoro durante questi mesi?
“La mia cucina, la mia brigata e soprattutto il sorriso soddisfatto dei clienti dopo aver cenato”.
Come fare a rispettare le misure di sicurezza in cucina, dove si cucina fra vapori e gli uni vicini agli altri?
“Le regole si devono rispettare, noi già prima avevamo rivisto la cucina per creare spazi adeguati per gli chef”.
Disponendo i tavoli a distanza, quanti posti avete sacrificato?
“Il locale già prevedeva una disposizione ‘comoda’ per i nostri clienti. Qualche posto l’abbiamo sacrificato ed è giusto così. Inoltre adesso oltre alle due sale ed il privè disponiamo del giardino esterno”.
Ci sarà un menu particolare per il 1° giugno?
“Sarà il mare e il pescato del giorno a fare il menu, come da sempre qui da Assunta Madre!”.
Che cosa si augura che possa ogni commensale apprezzare maggiormente della cucina di Assunta Madre?
“Ci auguriamo che gli ospiti vivano una piacevole serata sereni, che trovino sempre la freschezza e i sapori che ci hanno contraddistinto nel tempo”.
Durante la quarantena ha studiato e sperimentato nuovi piatti?
“Sì, ho sperimentato alcuni piatti. I miei clienti sono stati la mia famiglia, per loro ho cucinato in questo lockdown. Per Assunta Madre non c’è bisogno di sperimentare, il sapore naturale del pesce dei nostri mari è quello che ho sempre ricercato. Adesso è ora di tornare a cucinare per gli amici e ospiti di Assunta Madre. Ci vediamo Lunedì 1 giugno a via Giulia!”. Giovanni Zambito.