lunedì 27 aprile 2020

Musica, i Sikania e il loro messaggio di bellezza. L'intervista di Fattitaliani

In radio e nei digital store “Noi” il nuovo singolo della band siciliana Sikania estratto dall’album “Grazie”, risultato di un progetto di ricerca del sound a partire da diverse radici: principalmente pop, dance e funk, con la fusione delle diverse contaminazioni e predisposizioni musicali di ognuno dei componenti: Carmelo Veneziano Broccia,  Francesco Scibetta, Vincenzo Faraone, Salvatore Sciarratta, Nino Cardella, Jerry Salemi e Diego Farrugio. Fattitaliani li ha intervistati.

Il singolo "Noi" potrebbe essere considerato una sorta di autopresentazione? quanto vi rappresenta?
In termini di testo sicuramente ci rappresenta tantissimo dal punto di vista dell'introspezione psicologica. E anche musicalmente, specialmente la linea melodica del ritornello e l'arrangiamento che la trasporta, sprigionando pop da tutti i pori. Possiamo dire che è il modo più sentito con il quale vogliamo arrivare dritti al cuore della gente.
In che maniera le vostre variegate esperienze si sono ritrovate a formare un unico gruppo?
Alcuni di noi si conoscevano ancor prima che i Sikania esistessero, altri hanno studiato negli stessi conservatori e accademie e addirittura due di noi si sono laureati lo stesso giorno. Ma a prescindere, le nostre esperienze individuali hanno sempre avuto una curiosa concatenazione dettata da diversi contesti musicali, così da fare unire ancor di più le nostre strade.
Facile andare d'accordo? su quali aspetti risulta più difficile la "convivenza"?
Essendo musicisti, abbiamo fortunatamente la capacità di saperci ascoltare e rapportarci nel miglior dei modi, anche dopo un confronto che può essere immediato o maturato insieme. Ci conosciamo bene e sappiamo venirci incontro anche in caso di divergenze sostanziali che possono riguardare uno stile, un dettaglio musicale, un arrangiamento, una decisione o pianificazione da attuare.
Bello il nome del gruppo: a quale Sicilia date voce?
Siamo i portavoce di quella Sicilia cosciente dei propri pregi e dei propri difetti, che sa amare ed accogliere, sa valorizzare e credere in sé stessa. Siamo quella Sicilia che si rimbocca le maniche, che corre in aiuto, che oltrepassa i pregiudizi e sfida le sue stesse contraddizioni. Portiamo un messaggio di Bellezza.
L'album s'intitola "Grazie": a chi siete particolarmente riconoscenti per il vostro percorso?
Innanzitutto siamo grati al nostro pubblico che ci ha incoraggiati e stimolati, e sta inoltre apprezzando tantissimo il nostro album.
Siamo grati a noi stessi, individualmente e alla nostra squadra vincente, a tutto ciò che ci ha fatto crescere umanamente e artisticamente facendoci diventare ciò che siamo.
Siamo grati a chi avrà modo di scoprirci e vorrà apprezzarci ancora meglio. Giovanni Zambito.
I SIkania sono:

Carmelo Veneziano Broccia inizia a cantare a 3 anni. Vince o arriva in finale in diversi concorsi regionali, perfeziona le sue doti canore in un’Accademia e collabora con diversi artisti di fama nazionale come Luciana Turina, Nick Luciani (Cugini di Campagna), Viola Valentino e Rita Comisi. Partecipa alle selezioni di X Factor nel 2012 piazzandosi tra i primi 6 della sua categoria e ottiene un importante contratto di produzione. Organizza le serate di intrattenimento più seguite di tutta la provincia. Si è esibito in importanti palchi e teatri.
Francesco Scibetta inizia lo studio della tromba in tenera età. Successivamente si perfeziona per entrare a far parte dell'orchestra di fiati della sua città. Ha fatto parte di diverse formazioni della provincia di Agrigento. Nel 2015 concepisce e fonda i Sikania, con i quali si è esibito in importanti palchi e teatri. Continua a perfezionarsi nello studio con importanti maestri, approfondendo vari linguaggi musicali.
Vincenzo Faraone si avvia alla musica in tenera età, incentrandosi poi sul Sassofono. Consegue il Diploma accademico di I Livello con il massimo dei voti presso il Conservatorio "Alessandro Scarlatti" di Palermo. Ha seguito diverse masterclasses con maestri di fama internazionale, come Federico Mondelci, Vincent David e Michel Superà. Si è esibito nei più prestigiosi teatri siciliani con musicisti di fama internazionale e con diverse formazioni cameristiche. Si è classificato ai primi posti in numerosi concorsi. Frequenta il corso di II Livello di Sassofono al Conservatorio di Palermo.
Salvatore Sciarratta inizia a studiare musica a 13 anni. Si aggiudica una borsa di studio e consegue il Diploma Accademico di I livello in Trombone col massimo dei voti al Conservatorio “Alessandro Scarlatti” di Palermo. Si è esibito nei più importanti teatri siciliani con diverse orchestre, big band, orchestre di fiati, ensambles cameristici e band di vario genere. Continua a perfezionarsi seguendo masterclasses di artisti nazionali e internazionali. Si è prestato a diverse collaborazioni discografiche. Studia composizione da autodidatta.
Nino Cardella inizia a studiare musica a 11 anni da autodidatta per poi iscriversi in Accademia di Musica Moderna. Studia Pianoforte Jazz al Conservatorio "Arcangelo Corelli" di Messina. Segue numerose masterclasses con artisti nazionali ed internazionali. Ha suonato con numerose band dai vari generi musicali. Si è esibito in importanti teatri e palchi, con molti artisti nazionali ed internazionali. Vanta varie collaborazioni discografiche. Appassionato di Sound Design, frequenta corsi di produzione musicale online.
Jerry Salemi inizia gli studi in Basso elettrico presso l'Accademia di Musica Moderna di Agrigento e l'Istituto “Arturo Toscanini” di Ribera. Partecipa a diverse masterclasses di bassisti rinomati come Francis Hilton, Massimo Moriconi, Mario Guarini, Pino Saracini, Dado Neri e Saturnino.
Ha collaborato con diversi artisti e formazioni.
Con i Sikutìvu vince il premio critica al concorso internazionale "Eleonora Lavore". E' l'autore di gran parte del testo di "Siciliano medio", il primo singolo dei Sikania.
Diego Farrugio studia batteria dall'età di 14 anni, prima da autodidatta e poi presso l'Accademia di Musica Moderna e Circuiti Sonori insieme ai maestri Salvo Montante e Cristian Falzone.
Ha collaborato con artisti di fama come: “I soldi spicci”, Alberto Farina (Colorado), Mario Incudine, Armando Cacciato; e suonato in palchi come: “Carnevale di Acireale”, “Cous Cous Fest” di San Vito Lo Capo, Ottobrata a Zafferana Etnea, Teatro Morelli a Cosenza, Teatro "Sistina" a Roma.


Contatti: