lunedì 4 novembre 2019

“Lasciando un segno: Le Ali" di e con Natalia Simonova al Teatro Arciliuto 5-7 novembre

Le interviste di Fattitaliani a Natalia Simonova: 1 e 2. Dal 5 al 7 novembre 2019 va in scena a Roma al Teatro Arciliuto la rappresentazione teatrale “Lasciando un segno: Le Ali", ideata, diretta e interpretata da Natalia Simonova con l'aiuto regia di Felice Corticchia.

Judy, Evita, Ingrid, Marlene, Nina, Maya e la Creatura Angelica... Storie di grandi donne, di origini e culture diverse. Donne che si raccontano, spogliandosi in una sorta di liberazione, dei ruoli che hanno incarnato durante la loro vita, frammenti di un tutto, lasciando un segno... Attraverso una performance recitativa e musicale, l'attrice fa rivivere in scena la personalità di ognuna di loro, esaltandone i pensieri sulla vita vissuta, svelando i loro segreti e anche delle fragilità e le paure mai pronunciate, invitando l'uditorio - con leggerezza ma in modo coinvolgente - ad un'analisi introspettiva, suscitando emozioni... come un arcobaleno dopo la tempesta.

È il teatro di un'attrice, dove le improvvisazioni e le melodie interpretate dal Maestro Luca Ruggero Jacovella durante lo spettacolo aggiungono delle sfumature evidenziando ulteriormente gli straordinari frammenti di vita delle protagoniste. La rappresentazione "Lasciando un segno: Le Ali", ideata, diretta e interpretata da Natalia Simonova con l'auto regia di Felice Corticchia vuole essere un ritorno all'essenza, all'anima e al tempo stesso un monito nel ricordarci di svolgere al meglio sempre e comunque il nostro compito, sbagliando, soffrendo, ribellandoci e ridendo con la volontà di lasciare un segno, di cercare di apprendere un volo, sempre più alto, a volte cadendo ma non smettendo mai di tentare, perché ognuno di noi lascia una testimonianza unica, irripetibile, personale, ma anche universale, perché umana. Per salutare la vita occorre averla vissuta... Come un pittore utilizza i colori di una tavolozza, lei si esprime attraverso la danza, la recitazione e il canto per poter dare il massimo della sua espressione artistica…
Foto:  Ph. Luigi Giordani

Natalia Simonova è giunta in Italia dopo aver vinto il titolo Vice-Miss Georgia nell’Universo 2000 poi ha lavorato in RAI, girato la fiction “Intelligence” con Raul Bova, “Di tutti i colori” di Max Nardari, ma anche continuato la carriera teatrale dedicandosi allo studio con mostri sacri del teatro italiano, Daniele Salvo, Mauro Avogadro e anche il grande Giorgio Albertazzi. In questo momento protagonista dei vari spettacoli, anche quale regista, interpretando le grandi donne del secolo, come Marleen Dietrich e Judy Garland... nel "Lasciando un segno” e il personaggio della Mata Hari. E a breve a teatro con il “Gabbiano” di A. Cechov.

Felice Corticchia nasce a Palermo il 7 novembre 1966. Si forma alla scuola Europea di cinema diretta dal drammaturgo Renzo Casali e frequenta anche il Laboratorio di teatro comico di Milano

Autore di 5 libri di successo tra cui Orrore giudiziari (tre edizioni) e Un morso alla Grande mela, tradotto in inglese e finalista al Premio Grinzane Cavour. Per il teatro scrive e dirige tante opere, da ricordare Il silenzio nella Conca d’Oro, ottenendo sempre grandi consensi di pubblico e critica. Nel cinema è stato assistente del grande Carlo Lizzano nella fiction Rai1 Le 5 giornate di Milano con Giancarlo Giannini. Recentemente ha scritto e diretto il documentario Michele Russo, una vita per la pittura. Artista raffinato e versatile ha ottenuto tanti riconoscimenti tra cui il Premio Ischia per il teatro, premio Soncino miglior regista e premio Etna 2019 come eccellenza siciliana nel mondo.


Teatro Arciliuto

Piazza di Montevecchio 5 – 00186 Roma

(zona via De’Coronari – Chistro del Bramante – Pizza della Pace)

+39 06 687 9419

+39 333 85 68 464

www.arciliuto.it

info@arciliuto.it

Natalia Simonova

www.natalia-simonova.com

Felice Corticchia