mercoledì 11 settembre 2019

Libri, “Por la vida y la libertad” di Andrea Cegna sul Messico di Obrador

Giovedì 26 settembre il Messico affronterà il quinto anniversario del massacro di Iguala quando furono uccise 6 persone e 43 studenti della scuola Normale Rurale Isidoro Burgos di Ayotzinapa diventano desaparecidos, prelevati da forze di polizia dello stato del Guerrero, supportate da esercito e polizia federale, mentre viaggiavano su autobus diretti a Città del Messico per la ricorrente manifestazione del 2 ottobre contro il colonialismo spagnolo.

“Por la vida y la libertad” (Agenzia X), il nuovo libro del giornalista e scrittore Andrea Cegna, approfondisce proprio quelle dinamiche sociali e politiche che stanno dietro al sistema di potere del Messico che stanno alla base di episodi come quello di Ayatzinapa e che ora dovranno essere governati dal nuovo Presidente Andrés Manuel Lopez Obrador (Amlo) tra le diverse resistenze all’interno del paese e il sistema economico capitalista.
Alla guida di una coalizione di centrosinistra e supportato da alcuni movimenti sociali, Andrés Manuel López Obrador, detto Amlo, è il vincitore delle ultime presidenziali in Messico, un’elezione che ha suscitato molte speranze, anche se le riforme proposte non sono molto diverse da quelle di chi lo ha preceduto.
“Por la vida y la libertad” (Agenzia X) è una visione caleidoscopica del Messico di oggi e una tesi, ovvero che nulla come l’insurrezione zapatista e la firma del Nafta, entrambi nel 1994, hanno determinato una radicale trasformazione del paese. Due fronti opposti per un conflitto che ha molto da insegnare anche a noi.
Il 2019 è un anno cruciale per capire i nuovi rapporti di forza che si stanno sviluppando tra il potere costituito e l’Ezln, tra Obrador e tutte quelle voci fuori dal coro che non hanno alcuna intenzione di illudersi. In questi anni l’autore ha collezionato numerosi viaggi nel paese centroamericano, le opinioni qui raccolte rappresentano alcuni punti di vista critici, un insieme di riflessioni da diversi profili intellettuali, artistici e militanti che garantiscono al lettore una straordinaria immersione nella contemporaneità messicana.

Andrea Cegna agitatore sociale, giornalista e organizzatore di concerti, è redattore di Radio Onda d’Urto, collaboratore di Radio Popolare e “il manifesto”. Ha pubblicato “20zln. Vent’anni di zapatismo e liberazione”, “Strade strappate. Storia rappata dell’hip hop italiano” ed “Elogio alle tag. Arte, writing, decoro e spazio pubblico”.