domenica 17 febbraio 2019

Rettore a Donatella Milani: "Arrangiati!"

Una Rettore (intervista di Fattitaliani) inedita quella che si è vista ieri sera a "Ora o mai più" il programma di Raiuno: le parole della sua allieva registrate e riproposte nella trasmissione non sono state sicuramente facili da digerire. 

Donatella Milani, ultima in classifica, in un attimo di scoraggiamento ha esplicitamente detto di non essere adatta ad intepretare i brani della cantautrice veneta, definendoli -ahimè e infelicemente- canzoni da cartoni animati.
Che "Lamette", "Kobra" o "Donatella" possano piacere o no è un conto, definirle in questa maniera è un'altra cosa: sono successi da milioni di dischi venduti.
Due cose dispiacciono soprattutto: Rettore era veramente ferita, colpita, il suo sguardo ha rivelato tutta la sensibilità e fragilità che l'artista tiene dentro a dispetto dell'energia che sempre manifesta e mostra dal vivo.
L'altro aspetto è la decisione presa d'accordo fra la Milani e la produzione del programma di mandare in onda il filmato: una crudeltà inutile, un orpello estraneo alla natura di quello che dovrebbe essere il cuore della trasmissione, cioè la musica.
Bravi gli altri coach: Marcella e Cutugno hanno difeso strenuamente la Rettore, i Ricchi e Poveri e Canzian hanno consigliato alla Milani di essere più umile, la Vanoni ha bacchettato la produzione tv.
Veniamo all'esibizione di Donatella Milani: "Io ho te" è una bella canzone d'amore e non contiene le frasi "zip zap zop". È una ballata intensa, una dichiarazione che necessita gola e cuore per essere interpretata e che -diciamolo francamente- la Milani non ha mostrato di possedere.
Speriamo che il tutto non sia il solito triste spettacolo nello spettacolo.