sabato 12 maggio 2018

Hockey su carrozzina, non viene comunicata la squalifica a un giocatore del Viterbo

Una “disattenzione” che potrebbe avere inficiato il risultato della partita tra gli Skorpions Varese e il Vitersport Viterbo e di conseguenza l'accesso della squadra palermitana dei Red Cobra alle finali di Lignano Sabbiadoro. 

di Joey Borruso - Monta la protesta fra i Red Cobra, i ragazzi della squadra palermitana di hockey su carrozzina. Lo scorso 20, 21 e 22 aprile la squadra aveva giocato a Monza, Varese e Torino. Il pareggio alla terza partita non ha permesso ai Red Cobra di accedere direttamente alle finali di Lignano Sabbiadoro. 
La squadra ha atteso con ansia il risultato della partita di sabato 28 aprile tra gli Skorpions Varese e il Vitersport Viterbo: i Red Cobra per qualificarsi hanno sperato che il Viterbo perdesse o pareggiasse contro il Varese, ma sono rimasti delusi. Una “disattenzione” però potrebbe avere inficiato il risultato: ha giocato in partita un giocatore del Viterbo squalificato! I Red Cobra hanno presentato ricorso e si è espressa la corte d'appello della giustizia sportiva: “Nel caso di specie - si legge nel verbale - l’atto di reclamo doveva essere inviato entro 5 giorni dal C.U. n. 20 del 10/04/2018 (quello successivo alla partita Vitersport – Torino), nel quale, secondo il reclamo della ASD Cobra Palermo, doveva essere comminata la squalifica al giocatore della Vitersport Viterbo Kruezi Fatmir. Secondo la Corte, infatti, era proprio in quel momento che si poteva proporre il reclamo e, in quel determinato caso, il G.S. avrebbe potuto, e dovuto, se resosi conto dell’omissione e quindi della mancata squalifica del giocatore e a fronte di 
opportuno reclamo e nei termini previsti dai regolamenti, emettere un C.U. (o una errata corrige) dove avrebbe comunicato, per tempo, la squalifica irrogata al giocatore. 
Superato il termine è naturale che, non essendo stata comunicata né alla Società Vitersport, e di conseguenza al giocatore (quindi in mancanza di un Comunicato Ufficiale) la squalifica in atto, la Società Vitersport ha inteso far inserire in lista il giocatore Kruezi Fatmir". Una mancata comunicazione e un ritardo nel farlo notare hanno forse potuto determinare un risultato diverso da quello sperato, tutto questo non può che lasciare l’amaro in bocca ai Red Cobra che avrebbero sperato in un maggiore "senso di responsabilità" da parte della Federazione: se si è trattato di una mancanza di comunicazione della squalifica alla Vitersport Viterbo di chi è la colpa?