lunedì 19 settembre 2016

Kaos, al via la nuova edizione, i 5 libri finalisti: Brancato, Monti, Cardillo Di Prima, Tavella e Lo Bue

Il Festival itinerante "Kaos" edizione 2016 sta per partire e presto si saprà dove si svolgerà quest'anno. In tre giornate avranno luogo incontri, interviste e ovviamente premiazione delle diverse categorie (narrativa, poesia e racconti).

Decisa la rosa dei cinque romanzi finalisti:
1. Zahara di Cetta Brancato, David and Matthaus editore
Nel clima asfittico della provincia siciliana degli anni sessanta, compressa da ruoli sociali irrisolvibili, un giovane fauno della morte incontra l’ultimo erede di una famiglia aristocratica, gravato dallo statico bagaglio del passato.
Il ritmo narrativo sostenuto da voci maschili, s’inoltra nella cultura matriarcale dell’isola e, in particolare, nella vita di cinque sorelle che determinano, seppure già morte, la cifra stilistica del romanzo.
Celato da un linguaggio ordinario, il tema onirico sconfessa la memoria, caro vecchio porto della cultura siciliana, evidenziando il tradimento che opera nel rapporto fra l’esistere e il non esistere.
Ancora ad una nuova voce femminile, la cui coscienza dipana e ricompone, custodendole, la vita e la morte, viene affidato il compito di svelare la nudità della storia.

2. Isola Emozione di Marilena Monti, Angelo Mazzotta editore
Dopo le prime tre edizioni de “L’Isola Signora”, in quest’ultima opera letteraria, la scrittrice, cantautrice e artista siciliana torna a scrivere della Sicilia. Un’isola per la quale Marilena Monti nutre un amore disperante e nutritivo insieme. Un nuovo “racconto” anche questo, d’amore e di conflitto, in una incessante guerra fatta di rabbia e resa, trionfo e sconfitta. «L’Isola non cambia – scrive Marilena Monti – nei suoi eccessi di bellezza e bruttura; non può, quindi cambiare la mia attenzione – tensione, nei suoi confronti, l’interesse, lo struggimento, lo sguardo al passato. “Isola Emozione”, quindi, giacché nel bene e nel male, (entrambi a tinte sovraccariche), essa continua ad essere emozione forte che cattura, riempie, avvince e talvolta divora»
3. Una pietra dall'aria di Licia Cardillo Di Prima, Dario Flaccovio editore
Licia Cardillo Di Prima è famosa per la sua classe di nobildonna, per i vini che produce ma anche per la sua passione per la storia della Sicilia. Questa volta il suo romanzo romantico è ambientato tra i cortili della zona della Tardara.
Una cava abbandonata, un baglio antico simile a un fortino medievale, un paese della Sicilia. Sullo sfondo di una natura complice che “si diverte a giocare con l’illusione e l’ambiguità”, tre uomini vengono uccisi. Che nesso c’è fra quegli omicidi? E quale mistero nasconde la Tardara, un luogo selvaggio e inquietante dove il tempo, come pietrificato, aspetta “chi abbia il coraggio di avventurarvisi, sia pure con lo sguardo?”. È quanto cerca di scoprire Gino Roveri, ritornato nell’isola, dopo dieci anni di assenza, per il funerale dell’amico d’infanzia Renzino Puglisi, ucciso davanti al baglio. L’indagine, che si muove anche sul filo della memoria, si scontra con reticenze e paure, ma scopre, oltre a una complessa trama di interessi, il coraggio della verità.
4. La figlia imperfetta di Simona Tavella, Carlo Saladino editore
I geni passano la loro vita a sognare il proprio sogno lottando per farne una realtà, almeno così me l’hanno detta, raccontata e rinfacciata. Io non ero un genio. Papà quando se n’è accorto c’è rimasto tanto male, poveretto ... Eppure i presupposti c’erano, proprio tutti: ero allegra, curiosa, piena di come e di perché.
5. La stanza dei ricordi di Lia Lo Bue, Algra editore
Ci sono persone che entrano nella vita degli altri e la cambiano per sempre. Qualcuno pensa che siano incontri avvenuti per caso, io propendo per il destino.