venerdì 8 luglio 2016

La Vespa compie 70 anni: storia ed esposizioni dello scooter più famoso del mondo

Quest'anno la Vespa compie 70 anni: un'età davvero ragguardevole per lo scooter in assoluto più amato dagli italiani e in tutto il mondo, che merita di essere festeggiata come si deve, magari ricordando le tappe più importanti della sua lunga e affascinante storia, per poi cavalcare la nostra due ruote classica e recarci presso gli eventi che verranno dedicati al suo festeggiamento.
Non prima, però, di aver dato una rinfrescata alla nostra Vespa storica grazie al web, attraverso il quale non solo è possibile trovare pezzi di ricambio assolutamente originali, ma anche richiedere l'apposita assicurazione per Vespa d'epoca: un ottimo sistema per risparmiare se la vostra Vespa ha almeno 20 anni.

70 volte Vespa: una storia ricca di fascino
Il suo nome è Leggenda: la Vespa compie 70 anni fatti di brevetti dal nome impronunciabile, di passione alla portata di tutti e, soprattutto, di un'identità sempre ben chiara e mai messa in discussione dal marchio. Un fattore determinante per il suo successo, considerando che mantenere la stessa linea per quasi un secolo è stata una missione che ha richiesto tanto coraggio e tanta fiducia.

Era il 23 aprile 1946

Il 23 aprile 1946, immediatamente a ridosso della fine della Seconda Guerra Mondiale, Corradino D'Ascanio depositò il brevetto per il suo motociclo MP6, subito battezzato 'Vespa' dal mitico Enrico Piaggio. Da lì il successo fu immediato, e portò la Vespa a farsi conoscere in tutto il mondo, anche per merito dei due studenti spagnoli che nel 1962 fecero il giro del mondo in 79 giorni cavalcando le loro fidate Vespe. Per non parlare poi del film Vacanze Romane, con Gregory Peck e Audrey Hepburn in sella ad una Vespa.

L'Italia festeggia i 70 anni della Vespa

In molte delle città dello Stivale, questa data non è passata certo inosservata. Il Comune di Genova, ad esempio, festeggerà i 70 anni della Vespa questo autunno, organizzando in collaborazione con il MoMa di New York un evento culturale mirato a sottolineare la grandiosità del Made in Italy, prendendo spunto proprio dal gioiello di D'Ascanio. Anche il Museo Nicolis di Villafranca ha inaugurato il 6 luglio una mostra dedicata alla Vespa come simbolo della rinascita italiana del dopoguerra, dell'emancipazione femminile, della libertà e, ovviamente, della storia che ha accompagnato tante generazioni durante la loro fase adolescenziale.

La Vespa e le contaminazioni

Vespa non significa solo libertà in strada, ma anche tantissimi camei all'interno di settori come ad esempio il cinema. E Torino ha deciso di festeggiare i 70 anni della Vespa proprio così, ricordandola con una mostra intitolata 'La Vespa e il Cinema', e tenutasi nello spazio espositivo Adplog di Alessandro Del Piero l'8 giugno, organizzata direttamente dalla Piaggio. Ma la storia della Vespa non termina certo oggi, ed è destinata a proseguire ancora per decadi: tanti auguri alla Vespa.