giovedì 25 giugno 2015

Fantafestival 2015, Barbara Bouchet è la strega Sibilla nel film "Darkside Witches". L'intervista

Icona del genere poliziesco anni ’70 e tra le interpreti più sensuali della commedia sexy al’italiana, Barbara Bouchet è amata anche all’estero, tant’è che risulta essere una delle attrici preferite di Quentin Tarantino.

Barbara Bouchet ha presentato al cinema Barberini in anteprima Darkside Witches, pellicola fantasy diretta da Gerard Diefenthal, nelle sale dal prossimo Halloween, nella quale interpreta la strega Sibilla.
L’attrice ha ricevuto  un premio speciale alla carriera. Presente anche il compositore Claudio Simonetti, storico musicista  di Dario Argento che ha aperto questa 35°edizione del Fantafestival insieme a Franco Nero con un omaggio a Christopher Lee.

D. Come mai ha deciso di prendere parte a questo progetto Fantasy e quali sono state le maggiori difficoltà nell'interpretare il personaggio della strega Sibilla?
B.B. Sono stata contenta di interpretare questo ruolo perché finalmente ho smesso di indossare i panni della bambola sexy che per anni hanno caratterizzato la mia carriera. Poi oggi il cinema è in crisi non ci sono molte produzioni, per  fortuna io ho iniziato la carriera in epoca diversa perché oggi fare l'attore o iniziare questa carriera è davvero difficile. Ho trovato difficoltà nei luoghi delle riprese soprattutto quando abbiamo girato al castello, dove il passaggio era molto stretto e se non stavi attento a dove mettevi i piedi finivi nel burrone o nel lago e poi anche il freddo mi ha causato delle difficoltà. Poi devo dire che questo è un film tecnologico pieno di effetti speciali e quindi anche la recitazione classica ha subito delle variazioni perchè il film è stato quasi tutto girato al computer.

D.Altri tuoi progetti?
B.B. Sto lavorando a teatro con Iva Zanicchi e Corinne Clèry allo spettacolo dal titolo 3 donne in cerca di guai fino ad aprile 2016.
D. Quanto è costato il film? Che tecnologie avete usato e quale sarà la distribuzione?
G.D. Il film è costato 3 milioni di euro ed avrà una distribuzione americana, con dvd e blue ray. Ll'80% del film ha visual effects. Abbiamo lavorato molto con il blue screen e i caratteri di animazione. Vengo da questo tipo di formazione, quella degli effetti speciali e comunque ho puntato sulle tecnologie anche per avere un mercato internazionale. Poi sono stato anche facilitato nel progetto per le musiche di Claudio Simonetti, lo storico compositore di Dario Argento.
D. Altri progetti cinematografici? E quali saranno le location?
G.D. Sì, ci sono tre progetti internazionali che prevedo di girare tra l'Italia, Francia, Canada ed America.
Emanuela Del Zompo