Lorenzo Semprini: “Ognuno deve provare ad inseguire i propri sogni, ovunque questi sogni ti portino”. L’intervista di Fattitaliani

"Una notte così" è il nuovo singolo di Lorenzo Semprini, un piccolo viaggio, fotogramma per fotogramma, come fosse un cortometraggio o una short story, in cui il protagonista si sente avvolto da ricordi ed apparenti rimpianti come la mancanza di una persona che ha amato e che attraverso una fotografia evoca in lui una sensazione mista tra dolce ed amaro, tra colori e bianco e nero.

Il brano è prodotto da Gianluca Morelli, registrato presso i Deck Recording Studios di Rimini, masterizzato presso Eleven Mastering di Varese ed è stato suonato da Michele Tani (Nashville & Backbones) al piano, Lorenzo Semprini voce, Francesco Pesaresi al basso, Paolo Angelini alla batteria, e dallo stesso Gianluca Morelli alle chitarre elettriche, acustiche, sintetizzatore e cori.

Abbiamo intervistato Lorenzo Semprini per saperne di più sul nuovo singolo e i prossimi progetti.

 

Ciao, grazie di essere qui con noi. Parlaci di te e di come è nata la tua passione per la musica?

Ciao, è nata da semplice ascoltatore. Sono cresciuto in una casa dove la radio era sempre accesa e seppure non ci fosse nessun musicista in casa ho avuto il privilegio di ascoltare sempre qualcosa di bello. Alla fine, lo dico ora da genitore, la famiglia è una base importante culturale per la crescita dei figli.

Qual è il messaggio che vuoi lanciare con la tua musica?

Semplicemente non voglio lanciare nessun messaggio, ma raccontare delle storie, le mie storie, quelle degli altri, quello che vedo accadere attorno a me. Ognuno deve provare ad inseguire i propri sogni, ovunque questi sogni ti portino.

Quali musicisti hanno ispirato il tuo stile?

Tantissimi, sono stato e sono un grande consumatore di musica, le mie influenze vanno da Bruce Springsteen a Morricone, passando per Elvis, De Gregori, i Clash, Vinicio Capossela, Steve Earle ed il più grande di tutti Bob Dylan.

Di cosa parla il tuo nuovo singolo e cosa vuole trasmettere?

"Una notte così" è il sesto singolo del mio album "44”, è una canzone d'amore finito fondamentalmente, di ricordi che si possono trasformare in rimpianti, o a volte, in nuove opportunità di rinascita.

È un brano che è uscito anche in versione acustica piano voce ed armonica. Il finale del brano è "aperto" ed ognuno ci può scrivere quello che sente più suo.

Al singolo si accompagna anche un videoclip. Ce ne vuoi parlare?

Questa volta mi sono occupato io direttamente del videoclip di cui sono molto soddisfatto e che ha raccolto ottimi feedback. Ho semplicemente usato un editor video molto basico ed ho messo in fila una serie di piccoli video ed immagini trovate, royaltes free, in rete. È stato un lavoro diverso dal solito per me ma alla fine sono molto contento perché il video rappresenta bene lo spirito del brano.

Che progetti hai per il futuro?

Dopo l'uscita dell'album "44" lo scorso ottobre farò uscire in giugno un "ep" composto da 6 canzoni, tra cui l'inedito "Come ossigeno" ed alcune riletture dall'inglese all'italiano di Bruce Springsteen e Gaslight Anthem. Ci sarà spazio anche per una cover di "Martha" un brano rock anni '90 di Brando e per le 2 versioni acustiche di "Adrenalina" e "Una notte così" che per ora sono uscite solo sulle piattaforme.

Come "44" anche questo ep verrà stampato in cd e distribuito dal mio sito (www.lorenzosemprini.com) e ai miei concerti. A proposito, il miglior posto per vederci è proprio ai concerti!


Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top