DISABILITÀ. COMUNE GUARDISTALLO: RAGAZZI DI HACCADE VENITE DA NOI

Fattitaliani



Il sindaco Ceccarelli: 'qui soggetti attivi con teatro e artisti'

Firenze - L'episodio dei ragazzi disabili costretti a scendere dal treno a Genova, perché malgrado la prenotazione i loro posti erano stati occupati dai turisti, lo ha colpito particolarmente. Così Sandro Ceccarelli sindaco di Guardistallo, un paesino di 1.200 anime in provincia di Pisa, ha voluto esprimere in pubblico su Facebook la sua solidarietà e un invito: "Un grande abbraccio a tutti i ragazzi del progetto Turisti per Kaos- scrive in un post- vi aspettiamo a Guardistallo con Haccade. Un elogio anche agli accompagnatori, in particolare a Giulia Bonardi". Del resto Haccade e Giulia Bonardi sono di casa da anni proprio a Guardistallo, che negli ultimi anni ha rilanciato su basi nuove il turismo anche con percorsi di accoglienza dedicati ai disabili. "Conosco questi ragazzi- spiega il sindaco alla Dire- vengono da diversi anni nel nostro territorio. A Guardistallo ci siamo reinventati, oltre al turismo storico che fa riferimento ad esempio al ricordo dell'eccidio del 1944, abbiamo puntato sulle residenze per gli artisti e con Haccade sull'accoglienza turistica dei disabili".

Il progetto Turisti per Kaos ha trovato proprio nel borgo della Maremma pisana la propria dimensione. Quella, per usare le parole di Ceccarelli, di un'accoglienza differente per mezzo della quale "i ragazzi entrano completamente nel tessuto del paese".

Mosso da un'idea che sintetizza di un messaggio accattivante "scappate dalle città, venite in campagna perché siamo gente semplice e diamo più valore alle cose che contano", il sindaco spiega come il progetto sia nato e possa fare affidamento per un ulteriore sviluppo grazie a una particolarità di Guardistallo, il teatro Virgilio Marchionneschi, alimentato dalla creatività di Antonio Aiazzi e Gianni Marroccolo rispettivamente tastierista e bassista dei Litfiba. Preziosa inoltre la collaborazione di Giulia Bonardi che peraltro, ricorda ancora il sindaco, "da anni con l'associazione Haccade porta i ragazzi disabili dalle città proprio nel nostro territorio, nei comuni della Val di Cecina". Adesso con il progetto Abbraccio l'ambizione è di coinvolgere i disabili "in mansioni come quelli di steward nel teatro e di aiuto agli artisti nel raggiungere le location dove dormono. In questo modo i ragazzi diventano soggetti attivi dell'attività di accoglienza", chiosa ulteriormente Ceccarelli.

Il Comune incentiva da parte sua l'ospitalità turistica con una delle leve più importanti che ha a disposizione, quella fiscale: "Per chi mette a disposizione le seconde case sfitte- conclude il sindaco- decurtiamo l'Imu al 7,6 per mille".

Fonte «Agenzia DIRE»

Fattitaliani

#buttons=(Accetta) #days=(20)

Questo sito utilizza cookie di Google per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più
Accept !
To Top